Web

Fuga degli italiani dalla scuola, una classe tutta straniera. La Ds: “I genitori leggono i nomi e si spaventano”

3  min di lettura

La grande fuga. Non ci sono bambini in lista per frequentare la prima elementare e così, in un istituto di Borgo Marina, quartiere multietnico di Rimini, quest’anno si è avuta una classe composta interamente da bambini stranieri.

La classe interamente straniera, spiega la preside dell’istituto al ‘Corriere Romagna’ che ha riportato la notizia, è il risultato di “una scelta obbligata. Poiché non c’erano italiani in lista per l’iscrizione. I genitori riminesi iscrivono i bambini in altre scuole. I genitori dei bambini italiani – argomenta – spesso non vengono nemmeno agli open day’. Leggono i nomi dei possibili compagni dei figli, e accorgendosi che sono quasi tutti stranieri, decidono di fare l’iscrizione in altre scuole”.

Secondo la preside i genitori pensano che “se il proprio bambino dovesse trovarsi in classe con compagni che hanno difficoltà a parlare italiano, la sua istruzione potrebbe risentirne”. Una cosa che, molto spesso, non risponde a verità. Dato che molti bambini provengono da famiglie da anni in Italia e che già parlano italiano. Le famiglie, aggiunge la preside “non si immaginano che il bimbo che si chiama Ahmed magari sappia addirittura parlare in romagnolo”.

Leggi altre notizie su OggiScuola

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sul profilo ufficiale Twitter

I commenti sono chiusi.