Scuola primaria, novità per le maestre: non sarà più possibile mettere note. Approvato l’emendamento

5  min di lettura

Scuola primaria. Le note sui registri di classe e le sanzioni disciplinari, come sospensione ed espulsione, saranno presto solo un ricordo.

Ad eliminarli un emendamento alla riforma per la reintroduzione dell’educazione civica a scuola, approvato il 30 aprile, che abroga gli articoli da 412 a 414 del Regio Decreto del 26 aprile 1928. Questo prevedeva sanzioni “verso gli alunni che manchino ai loro doveri”. In particolare “ammonizione; censura notata sul registro con comunicazione scritta ai genitori, che la debbono restituire vistata. Sospensione dalla scuola, da uno a dieci giorni di lezione; esclusione dagli scrutini o dagli esami della prima sessione. Espulsione dalla scuola con la perdita dell’anno scolastico”.

Scuola primaria, le parole di Rusconi

“Mi sembra una misura giusta, soprattutto perche’ stiamo parlando di bambini molto piccoli per i quali bisogna pensare ad un insegnamento basato sulla comprensione e sull’empatia”.

Lo dichiara all’Agi, Mario Rusconi, presidente Anp Lazio. “Naturalmente – ha aggiunto – non bisogna abbassare la guardia, soprattutto per quanto riguarda gli episodi di bullismo che sono gia’ molto diffusi tra i bambini che frequentano le elementari”.

Corlazzoli lo chiedeva tempo fa

“Michele durante le vacanze non ha letto nessun libro e non ha scritto nessun pensiero sulle vacanze trascorse”. E’ la nota, segnata con la penna rossa, che la maestra ha scritto ai genitori. La fotografia, inviata dalla nonna del bambino ad Alex Corlazzoli, è stata pubblicata su Il Fatto Quotidiano.
“Michele ha 6 anni è in seconda elementare – scrive Corlazzoli -. Compirà sette anni proprio questa settimana (Auguri!). E’ tornato in classe, come tutti gli altri bambini, con il volto spensierato, un po’ allegro, un po’ nostalgico per le vacanze passate. Forse si aspettava di incontrare una maestra che lo avrebbe accolto, che gli avrebbe chiesto di parlare in aula dei mesi estivi. E invece ha trovato una “maestrina” che lo ha mortificato da subito. Nota!”

Leggi altre notizie su OggiScuola

Seguici su Facebook e Twitter

I commenti sono chiusi.