Prima le bestemmie poi il lancio di sedie contro il muro, prof su tutte le furie in classe. Studenti lo difendono

4  min di lettura

Prima le bestemmie poi il lancio di sedie contro il muro. Il fatto, racconta Il Giorno, è accaduto a Merate, in provincia di Lecco. L’insegnante, un 49enne ex assessore, subito dopo lo scatto d’ira si sarebbe recato in presidenza per autodenunciarsi.

Una sfuriata clamorosa senza, per fortuna, conseguenze.

LA CLAMOROSA REAZIONE DELLA CLASSE

Nonostante lo scatto d’ira, gli studenti lo difendono: “È un buon docente”, avrebbero spiegato appoggiati anche da molti genitori. L’insegnante si trova ora in congedo per malattia perché starebbe attraversando un momento difficile.

LE PAROLE DEL PRESIDE

Il dirigente scolastico Dario Crippa non avrebbe commentato e neanche smentito. “Il docente in questione in questo momento non è in servizio perché sta usufruendo di un periodo di congedo per malattia. Essendo lui in malattia non posso aggiungere altro per rispetto della sua riservatezza e delle sue condizioni di salute. Nessuna sospensione o provvedimento disciplinare”.

LA TESTIMONIANZA DEI COLLEGHI

In base a quanto raccontano i colleghi, lo scorso dicembre un consigliere regionale grillino lo ha accusato di “insensibilità per il tema ecologista”, perché, avrebbe chiesto ai suoi alunni di realizzare per le celebrazioni natalizie festoni e addobbi utilizzando centinaia di bicchieri in plastica. In qualità di ex assessore all’ambiente avrebbe preso molto male la questione.

Leggi altre notizie su OggiScuola

Seguici su Facebook e Twitter

I commenti sono chiusi.