Copione che fai?

Home Tag archivi: cassazione

Tag archivi: cassazione

Diplomati Magistrale, oggi la Cassazione potrebbe annullare il responso delle Plenaria

Diplomati magistrale. Oggi, 12 Marzo, si terrà l’udienza presso le Sezioni Unite della Cassazione. Si tratta della vertenza dei 55.000 Diplomati Magistrale che a seguito del secondo responso (di identico contenuto a quello del 2017) della Plenaria del Consiglio di Stato verrebbero licenziati e si vedrebbero negare un diritto. Quello alle GaE. Un diritto già riconosciuto a 6000 ricorrenti DM …

Cassazione: l’offesa su una chat di gruppo è diffamazione e non ingiuria. La sentenza

Insultare qualcuno su una chat di gruppo è diffamazione e non ingiuria. Lo dice la Cassazione, precisando come gli insulti via WhatsApp costituiscano, in questo modo, reato penale e non un semplice illecito civile. Secondo i giudici, le provocazioni, se lette anche da altri, sarebbero delle lesioni della reputazione. Che si collocano “in una dimensione ben più ampia di quella …

Il genitore che offende il prof per aver bocciato il figlio commette reato: la sentenza della Cassazione

Genitore condannato per ingiuria e costretto a risarcire un docente per averlo offeso. Come si legge su Euroedizioni.it, la Corte di Cassazione ha sancito (sentenza 21264) come lesive del decoro e della professionalità del docente i giudizi espressi a mezzo lettera da un genitore che protestava contro la bocciatura del figlio. Di cui il docente avrebbe “sapientemente” ignorato i progressi. …

Reputazione e onore, la Cassazione: “Ecco le espressioni dei genitori che sviliscono le qualità dei prof”

Reputazione ed onore sono beni fondamentali della persona. Come noto, il nostro ordinamento prevede norme che stabiliscono proprio come è tutelarle. La materia, si legge su La Legge per Tutti, è stata fortemente innovata da un recente decreto legislativo che ha depenalizzato il reato di ingiuria, trasformandola in un semplice illecito civile. INGIURIA, IL CASO A SCUOLA L’ingiuria è l’offesa …

Denigrare la scuola in cui si lavora è motivo di licenziamento in tronco. La sentenza

Denigrare pubblicamente la scuola in cui si lavora è motivo di licenziamento. A stabilirlo è la Corte di Cassazione. Come riporta un articolo di Studio Cataldi, denigrare non rientra nell’esercizio del diritto di critica e viola le regole della convivenza civile. Il caso specifico Un’ insegnante del Centro Fomazione dell’Universita’ Popolare Trentina, si e’ vista confermare dalla Corte di Cassazione …

Scuola. Rischia il carcere il Ds che rimprovera l’insegnante davanti alla classe. La sentenza

Scuola. Rischia il carcere il preside che rimprovera un professore davanti alla classe. E’ quanto ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza numero 2927 del 2009. Come riporta Studio Cataldi in un articolo, se il preside ha delle lamentele “può farle in privato ma non può permettersi di mettere alla berlina un prof davanti alla sua classe”. LA …

Pagina 1 di 912345 ...Ultimo