Spintoni, insulti e bimbi lasciati a digiuno con il pannolino sporco: arrestate tre maestre d’asilo

8  min di lettura
bimbo

Arrestate tre maestre d’asilo a Rodengo Saiano, in provincia di Brescia. Secondo quanto riportano i media locali, si tratterebbe dell’ennesimo caso di maltrattamenti verso bimbi frequentanti la scuola dell’infanzia. Invece del carcere, però, è stata applicato l’obbligo di presentazione quotidiana alla Polizia giudiziaria.s

Maestre violente: beccate dalle telecamere

Ad incastrare le tre educatrici sono stati i video registrati con le telecamere di sorveglianza e intercettazioni ambientali. Le maestre si sono rese protagoniste di atteggiamenti violenti e anti-educativi, con spintoni, parolacce e punizioni fisiche. Pare, infatti, che in alcuni casi i bimbi fossero lasciati con il pannolino sporco e a digiuno. La segnalazione di un genitore e la testimonianza di una ex dipendente della struttura hanno fatto partire le indagini della Squadra Mobile di Brescia verso la fine del 2018.

A fine maggio, si ricorda, è stato approvato un emendamento a firma Lega che prevede centosessanta milioni di euro, dal 2019 al 2024, per istallare telecamere nelle case di cura e negli asili nidi. Nello specifico, l’emendamento istituisce un fondo al ministero dell’Interno con 5 milioni di euro per il 2019 e 15 milioni per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024 per l’erogazione di risorse finanziarie per “l’installazione di sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso presso ogni aula di ciascuna scuola” dell’infanzia statali e paritarie.

Il commento di Fontana

Il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, in una nota commenta il fermo di tre maestre. “Nel ringraziare la Polizia per l’intervento che ha consentito di portare alla luce l’ennesimo e gravissimo episodio di violenza nei confronti di alcuni bambini, sottolineo quanto necessaria e opportuna sia stata la decisione di Regione Lombardia di istituire una legge che, nell’ambito delle nostre competenze, permette di installare telecamere nei nidi a garanzia della sicurezza dei nostri figli”, dichiara Fontana.

Il Consiglio regionale della Lombardia, sei mesi fa, ha infatti approvato la legge ‘Iniziative a favore dei minori che frequentano nidi e micro nidi’ che sostiene l’installazione di telecamere negli asili nido, un provvedimento promosso dalla giunta su proposta del presidente Attilio Fontana e dell’assessore alle Politiche per famiglia, genitorialità e pari opportunità Silvia Piani.

LEGGI ANCHE QUESTE NOTIZIE

Riforma del sostegno e inclusione scolastica, cambia tutto. Ecco le novità previste su PEI, GIT e GLI

Bussetti chiede meno compiti? Anief all’attacco: “Si metta lui a studiare durante l’estate”

NoiPa, mensilità più alta a giugno: la data di accredito e i dettagli sulle emissioni speciali

La prof migliore d’Italia va in pensione: “Non si può scaricare sui docenti tutto ciò che non funziona nella società”

Alessandro D’Avenia: “I bimbi dovrebbero scrivere un diario per imparare che possono mentire a se stessi”

Noemi, storia di una bimba coraggio: legge, scrive e studia da casa grazie alla LIM e una maestra

Dieta del supermetabolismo: ecco il menu settimanale per perdere 9 chili in un mese

Preside suicida, interviene DirigentiScuola: “L’amministrazione scolastica difenda i Ds”

Leggi qui altre notizie su OggiScuola

Seguici anche sulla nostra pagina social Facebook e sul profilo ufficiale Twitter

I commenti sono chiusi.