Dimmi quanto studi e ti dirò chi voti. Più di metà degli elettori di Salvini non supera la terza media: i dati

5  min di lettura
salvini

L’istruzione media degli elettori di Salvini non è elevata: il 55 per cento si è fermato alla licenza elementare o media”. Lo rende noto uno studio demoscopito, pubblicato oggi sul cartaceo de La Repubblica, a cura degli istituti Ixé e Emg Acqua.

Studiando un campione abbastanza ampio da garantire risultati significativi, l’indagine si occupa anche di altre caratteristiche dell’elettorato leghista come l’età, il sesso e la provenienza geografica. E’ interessante, ad esempio, notare come il baricentro elettorale di quello che una volta era il partito del nord si sia spostato gradualmente verso il Mezzogiorno. Ecco i dati snocciolati da La Repubblica.

9 elettori su 100 vivono nel Nord Ovest (un anno fa il rapporto era di 36 a 100), 25 su 100 nel Nord Est (con un la conquista di Emilia Romagna e Friuli) mentre l’aumento delle percentuali di leghisti al Centro (da 23 a 27 su 100) e al Sud (dal 12 al 18 su 100) è evidente. Più modesta la crescita nelle Isole (da 8 a 10).

Salvini meglio al sud e tra le donne

In ascesa anche la percentuale di elettorato femminile, sulla scia del successo personale di Salvini con il gentil sesso. A livello occupazionale  “aumenta il numero di coloro che hanno un impiego a tempo indeterminato – spiega Emanuele Lauria su Rep – e soprattutto dei dipendenti pubblici, categoria ampiamente diffusa al Sud”. L’età media, invece, è abbastanza alta: gli over 45 tra gli elettori della Lega salgono dal 60 al 70 per cento del totale.

Milano, bimbo di 2 anni ucciso in casa: ferito alla testa e con i piedini legati. La madre incolpa il marito

Scuola. Giuliano (M5s): “Il Decreto inclusione valorizza il ruolo dei docenti”. Tutte le novità

La lettera di Mario Lodi agli insegnanti: “Pretendete che il vostro mestiere venga riconosciuto”

Per cosa andiamo a votare? Le Elezioni Europee spiegate a un bambino di 10 anni

Docente sospesa. Stefano Zecchi: “Pessima. I veri professori insegnano, non manipolano”

Leggi altre notizie su OggiScuola

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sul profilo ufficiale Twitter

I commenti sono chiusi.