La scuola in ospedale, Bussetti: “Garantire continuità didattica a chi non può frequentare le lezioni”

4  min di lettura

La scuola in ospedale. “Garantire il diritto allo studio e continuita’ didattica per i ragazzi che sono impossibilitati a frequentare i normali percorsi d’istruzione e’ determinante per consentire alle famiglie di continuare ad avere speranza nel futuro”.

Lo ha detto il ministro dell’istruzione Marco Bussetti nel corso della presentazione al Miur del Portale nazionale per la scuola in ospedale e l’istruzione domiciliare, operativo online da oggi.

Bussetti, che ha sottolineato che “il sistema d’istruzione italiano si conferma un’eccellenza anche per quanto riguarda l’inclusione”, ha sostenuto che “la scuola in ospedale e l’istruzione domiciliare consentono di contrastare abbandono e dispersione scolastica”.

“La liberta’ – ha aggiunto – si realizza nella parita’ di opportunita’ che lo Stato e’ tenuto a garantire. E l’istruzione e’ un diritto fondamentale dell’essere umano senza la quale non si da’ la liberta’”. La Rete delle scuole in ospedale, ha spiegato ancora il ministro, “e’ composta da 18 scuole Polo” e “coinvolge 740 docenti in piu’ di 200 sezioni ospedaliere”.

“Con l’utilizzo delle tecnologie – ha detto ancora Bussetti – implementiamo la qualita’ dell’offerta formativa consentendo alle Istituzioni scolastiche di realizzare migliori strategie inclusive. Coinvolgere tutti con equilibrio in un circolo virtuoso – ha concluso – e’ lo scopo del nuovo portale”.

Leggi qui altre notizie su OggiScuola:

Qualità dell’insegnante efficace: le tre aree di competenza emerse dallo studio esplorativo

Muore al sesto mese dopo il malore in classe: nei corridoi della scuola c’era solo un gran silenzio oggi

Dieta delle patate: la dieta veloce prima dell’estate per perdere 5 chili in 3 giorni. Ecco il menù

Leggi altre notizie su OggiScuola

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sul profilo ufficiale Twitter

I commenti sono chiusi.