Bussetti: “Il 28 maggio tutti gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado dovranno recitare ‘L’infinito’ di Leopardi”

5  min di lettura
bussetti

Bussetti annuncia. Il prossimo 28 maggio, “in collegamento in diretta dalle piazze di tutta Italia, i ragazzi delle scuole, dalla materna alla superiore di secondo grado, alle ore 11,30 reciteranno tutti insieme ‘L’Infinito'”. Lo ha annunciato il ministro dell’Istruzione. Intervenendo all’inaugurazione degli eventi per celebrare i 200 anni dalla stesura della più nota poesia di Giacomo Leopardi. La cui stesura originale e’ esposta eccezionalmente nel museo civico di Recanati.

Bussetti: gli eventi per “Mio infinito”

“Anche la scuola sarà grande protagonista”, ha spiegato Bussetti, con il ministero che realizzerà a Recanati l’evento ‘2 ‘, con la partecipazione di diversi testimonial. Un’occasione anche per premiare i ragazzi vincitori del concorso nazionale “Mio Infinito”.

L’infinito: la riflessione di Cacciari

“Guardare la realtà in modo disincantato, per comprendere che è qualcosa di molto complesso. Non è solo quella della scienza e dell’intelletto: è anche quella dell’immaginazione”. È il messaggio, ancora attuale, del pensiero leopardiano, sintetizzato dal filosofo Massimo Cacciari, ospite di recente allo stand della Regione Marche al Salone del Libro di Torino, che “può illuminare il percorso della società contemporanea”. L’intervento, a margine delle presentazioni in corso, ha anticipato quello durante l’iniziativa promossa dalla Regione per i 200 anni de L’Infinito di Giacomo Leopardi.

Una riflessione svolta da Cacciari con il filosofo Giulio Giorello, moderati da Piero Dorfles, sul concetto più alto e più arduo del pensiero umano. La realtà leopardiana, ha detto Cacciari, “essendo quella dell’immaginazione, può essere anche quella della speranza. Non solo una visione realistica e pessimistica, ma una visione che ti può spingere a creare quella coesione, quello stare insieme, auspicato nel canto de La Ginestra”.

La poetica leopardiana, quindi, riveste ancora un ruolo di grande attualità. Il bicentenario dalla nascita de “L’infinito” è un’occasione per ricordarne l’importanza. Ne è consapevole Bussetti, che lancia la sua idea per le scuole di ogni ordine e grado.

Leggi altre notizie su OggiScuola

Seguici su Facebook e Twitter

I commenti sono chiusi.