Liliana Segre: “No alla cancellazione della traccia di storia dagli esami, si rischia di tornare ai tempi bui”

2  min di lettura

“Sto lavorando perché la traccia di storia non venga cancellata dagli esami di maturita’. Dobbiamo, dovete, dovranno studiare la storia per evitare di far ripiombare l’umanità in tempi bui”. Lo ribadisce la senatrice a vita Liliana Segre in un messaggio letto dalla presidente della comunità ebraica romana, Ruth Dureghello, alla sinagoga di Roma.

Nel luogo di culto è in corso una cerimonia con il rabbino capo di Russia e i giovani degli ex stati sovietici. Segre cita poi Primo Levi: “Grazie per essere nel nostro paese, un posto ‘difficile, pericoloso e stimolante'”. Una vecchia battuta, spiega la senatrice, “su cosa significhi essere ebrei. Primo Levi e’ una sfida contemporanea, una lezione per oggi e per sempre”, conclude.

Leggi altre notizie su OggiScuola

Seguici su Facebook e Twitter

I commenti sono chiusi.