TFA Sostegno, scoppia lo scandalo in Campania: “Tracce scritte vendute a 15mila euro dai sindacalisti”

4  min di lettura

Il segretario generale della Cgil Irpina, Franco Fiordelisi, ha presentato una formale denuncia ai carabinieri, paventando delle gravissime scorrettezze per quanto riguarda la selezione per il TFA, tirocinio formativo attivo, per insegnare sostegno.

La selezione è partita lunedì scorso presso l’Università suor Orsola Benincasa e sono tantissimi i caudini interessati. Ebbene, secondo Fiordelisi, alcuni candidati, per conoscere prima le tracce della prova scritta, avrebbero versato una somma, pari a 15 mila euro. La cosa ancor più grave è che queste somme sarebbero, sempre secondo il numero uno della camera del lavoro di Avellino, da rappresentanti sindacali. Toccherà ora ai carabinieri e alla magistratura fare piena luce su questa vicenda. La denuncia del segretario della Cgil rischia, seriamente, di travolgere la selezione che è stata avviata. Da tenere presente che, lunedì scorso, si è svolto il primo step, ossia, un test preliminare, predisposto dal ministero.

Il 29 aprile, invece, è prevista la prova scritta, ossia, quella che è oggetto di denuncia dal parte della Cgil. Una denuncia preventiva, quindi, che ora dovrà essere valutata con grandissima attenzioni. Ci sono ragazzi che studiano da anni per questa selezione. Non sarebbe giusto se fosse truccato e immaginare che venga fatto dalle organizzazioni sindacali è davvero un ennesimo e pessimo segnale.

Leggi altre notizie su OggiScuola

Seguici su Facebook e Twitter

I commenti sono chiusi.