Gli studenti disobbediscono a Bussetti: un milione nelle piazze per salvare il pianeta

3  min di lettura

Gli studenti disobbediscono a Bussetti. Il ministro dell’Istruzione aveva infatti invitato i ragazzi ad andare a scuola. Dunque a non prendere parte alla manifestazione internazionale lanciata dalla 16enne svedese Greta Thunberg.

LA MANIFESTAZIONE IN ITALIA

In oltre 200 citta’ giovani, studenti, cittadine e cittadini hanno riempito le piazze e le strade. Per manifestare pacificamente contro il cambiamento climatico e richiedendo quindi un impegno serio e concreto da parte della politica per salvare il pianeta.

I giovani che oggi sono in piazza insieme alla Rete degli Studenti Medi e all’Unione degli Universitari in adesione a Fridays For Future per chiedere un futuro e un pianeta sano per viverlo sono centinaia di migliaia, forse un milione in tutta Italia.

“Una mobilitazione del genere lancia un segnale inequivocabile: siamo una generazione che chiede a gran voce di essere educata all’unico cambiamento possibile, un modello di sviluppo diverso” dichiara Giammarco Manfreda, Coordinatore Nazionale della Rete degli studenti Medi.

“La lotta al cambiamento climatico non e’ un tema secondario, e oggi gli studenti lo hanno dimostrato. Cosa risponde il Governo? Vogliamo impegni chiari, e li vogliamo subito!”. “Una segnale forte anche rispetto al Ministro Bussetti, che ieri invitava i ragazzi ad andare a scuola: gli studenti hanno risposto che non esiste un pianeta B!” concludono Gulluni e Manfreda.

foto: ANSA

Leggi altre notizie su OggiScuola

Seguici su Facebook e Twitter

LEGGI ANCHE
I commenti sono chiusi.