La Russa: “Mio figlio fa il rapper e canta ‘sono tutto fatto’. Ma se lo acchiappo con la droga lo ammazzo”

1  min di lettura

Ignazio La Russa e il figlio rapper. Leonardo Apache, nome d’arte Larus, è il terzogenito del vicepresidente del Senato di Fratelli d’Italia. In un’intervista a Radio Capital La Russa ha spiegato: “Fa il rapper per hobby”. E a Edoardo Buffoni che gli ha fatto notare che i testi sono “estremi” e che in una canzone canta “sono tutto fatto”, il senatore tranquillizza: “Non è fatto, il di fatto ha un significato diverso. Comunque, i padri sono sempre gli ultimi a saperlo, se lo acchiappo con la droga lo ammazzo”.

E ancora, ha aggiunto: “Lui mi ha detto che se in queste canzoni non ci si mette le parolacce non hanno senso. Gli ho chiesto: perché? Lui mi ha risposto: papà, non sai un cazzo dei rapper”. “Io sono un liberale. Ho le mie idee e non voglio imporle a nessuno, neanche a mio figlio”.

IL VIDEO

LEGGI ANCHE
I commenti sono chiusi.