Web

Salmone ritirato dai supermercati. Il ministero della Salute: “Rischio listeria, non mangiatelo”

3  min di lettura

Il ministero della Salute ha richiamato del salmone norvegese affumicato prodotto da Hove Fine Foods Aps in Lettonia per “presunta presenza di Listeria monocytogenes”. Lo riporta sul proprio sito il dicastero. Si tratta del lotto (0777-022). Il prodotto, del peso di 200 grammi, ha come scadenza il 7 marzo del 2019. L’azienda invita i consumatori a riportare il prodotto al punto vendita per la sostituzione. Le avvertenze, da parte del produttore, sono quelle di non consumarlo e restituirlo presso il punto vendita dove è stato acquistato per la sostituzione. All’inizio del mese erano stati richiamati diversi lotti di gorgonzola dop dolce per rischio di Listeria monocytogens.

La listeriosi è una tossinfezione provocata dall’ingestione di latte crudo o formaggi freschi, gelati, pesci crudi o affumicati, carne e pollame non cotto a sufficienza, ortaggi. Si manifesta con febbre, nausea, vomito. Il batterio della listeria ha peculiarità di resistere bene e svilupparsi a temperature di frigorifero tra i 4 e i 6 gradi.

La Listeria si ritrova nel terreno, nelle piante e nelle acque. Anche gli animali, tra cui bovini, ovini e caprini, possono essere portatori del batterio. Il consumo di cibo o mangime contaminato è la principale via di trasmissione per l’uomo e gli animali. Le infezioni possono verificarsi anche attraverso il contatto con animali o persone infetti.

La cottura a temperature superiori a 65 °C uccide i batteri. Tuttavia il batterio Listeria può essere presente in diversi alimenti pronti e, a differenza di molti altri batteri di origine alimentare, tollera gli ambienti salati e le basse temperature (tra +2 °C e 4 °C).

LEGGI ANCHE
I commenti sono chiusi.