Web

Mahmood voleva abbandonare la scuola: “Mia madre mi ha obbligato fino alla quinta liceo, le devo tutto”

4  min di lettura

“In questi anni ho rivisto la figura del padre anche in mia madre e ho capito cosa dovrebbe fare: occuparsi della casa, dell’istruzione. Lei mi ha sempre fatto studiare e mi ha obbligato fino alla quinta liceo”. A parlare è il cantante italiano Mahmood – all’anagrafe Alessandro Mahmood – fresco di vittoria al Festival di Sanremo 2019.

In un’intervista ai microfoni di Rtl 102.5, la giovane star della musica si racconta a cuore aperto, parlando del rapporto con la madre, costretta a fargli anche un po’ da padre. “La figura del padre? Nel mio mondo interiore l’ho vista sempre come, non so, quello che doveva un attimino occuparsi delle faccende. Non troppo quelle dedicate all’istruzione, ma fare un pò da ‘boss’ della famiglia, nel mio caso l’ha fatto mia madre Anna che mi ha fatto sia da madre che da padre”.

Sollecitato a rispondere alle polemiche di questi giorni sul presunto “motivo politico” della sua vittoria, Mahmood preferisce parlare della sua musica.

“Prima di tutto, faccio il cantante e cantautore e sono consapevole del fatto che la mia musica possa piacere o non piacere. Io le critiche le accetto tutte, veramente, ma solo se sono costruttive perché così posso imparare anche io, sono ancora agli inizi e devo ancora imparare tanto di questo mestiere e mi servono le critiche costruttive. Quindi agli italiani prego solo di farmi delle critiche che abbiano delle fondamenta e non a caso”.

Leggi altre notizie su OggiScuola

Seguici su Facebook e Twitter

I commenti sono chiusi.