Esami di Stato nei Licei: prima o poi tutti i nodi vengono al pettine

11  min di lettura

La scrivente USB-Scuola di Ragusa, in riferimento ai prossimi esami di stato del corrente anno scolastico 2018/2019, non riesce a comprendere gli intendimenti del MIUR (Ministero Istruzione,Universita’ e Ricerca). Che pretende di far effettuare congiuntamente prove di Fisica e Matematica nei Licei Scientifici. Nonostante abbia permesso nel triennio finale l’insegnamento delle due discipline d’indirizzo del Liceo a docenti non in possesso dei requisiti richiesti dalla Legge.

LICEO SCIENTIFICO

Al liceo scientifico molti Dirigenti scolastici in Italia  hanno puntualmente ignorato la richiesta di molti docenti titolari di cattedra ex-A049 (Matematica+Fisica)  per l’insegnamento congiunto delle due discipline al triennio del Liceo Scientifico tradizionale o Nuovo Ordinamento (esiste anche il Liceo con indirizzo Scienze applicate e quello Sportivo).

Questi Dirigenti hanno  optato per l’utilizzo di Docenti titolari di cattedra ex-A047 (sola Matematica) anche al triennio. Mentre avrebbero dovuto, di contro, impegnarli solo al Biennio del L.S. Per non ritrovarsi nelle quinte classi a dover sostenere esami di Fisica -non avendo mai coltivato questa materia- ne’ insegnato mai la Fisica. Materia  per cui il MIUR pretende ora che verifichino i candidati maturandi.

TRIENNIO

Appariva ovvio che prima o poi , impegnando questi docenti di sola matematica al triennio, sarebbe arrivato il momento (al quinto anno) di dover sostenere gli esami di stato. Che da quest’anno, si pretende dal MIUR, siano basati per lo piu’ sulla Fisica. Disciplina che quelli di Matematica non hanno mai insegnato e in cui i ragazzi maturandi sono stati seguiti da altro docente (quello di Matematica+Fisica). Che pero’ sconosce il percorso matematico degli stessi .

USB RAGUSA

L’USB-scuola di Ragusa ha sempre paventato questo pericolo ,da svariati anni,  ma nonostante le richieste,le diffide, le denunce per demansionamento dei docenti di Matematica e Fisica (costretti ad insegnare solo Fisica scissa dalla Matematica) ha visto i Dirigenti (in particolare quello del Liceo Scientifico di Ragusa)  scindere gli insegnamenti delle due discipline assegnando la Matematica ai titolari di ex-A47 e la Fisica a quelli di ex-A49. A nulla sono valsi gli appelli per il rispetto delle classi di concorso di cui al D.M. 39/1998 in cui si prevedeva per Legge l’insegnamento della Matematica+Fisica al triennio del Liceo Scientifico congiunto. E solo per la classe di concorso “tipica” ex -A049.

CIRCOLARI E NOTE

Evidentemente che i Dirigenti abbiano potuto operare in codesto modo è stato possibile in virtu’ di Circolari Ministeriali e Note applicative emanate dallo stesso MIUR. Tali note hanno stravolto l’ordinamento di cui al D.M. n° 39/1998 premesso, ed in contrasto con quanto indicato dal Consiglio di Stato. Secondo cui le note e le circolari non hanno natura assuntiva ma solo di istruzione diretta agli organi periferici.

SENTENZE

Vi è di più, vista la sentenza di annullamento di queste Circolari e Note ministeriali con condanna del Ministero dell’Istruzione (MIUR)  da parte del T.A.R.- Lazio (sentenza n° 07210/14 del 17.Marzo.2015). Per violazione dei principi di Legalità’ con l’utilizzo delle  precitate Note e Circolari su posizioni regolarmente acquisite mediante concorso, come le abilitazioni, e secondo le norme del previgente ordinamento .Il comportamento del MIUR con le Note e le Circolari (ora annullate) ha consentito la tendenza dei Dirigenti Scolastici ad assegnare ai Docenti della ex -A47 la cattedra in verticale per  l’insegnamento della Matematica anche nelle classi terze ,quarte e quinte del N.O. e quindi anche la partecipazione agli Esami di Stato.

MIUR

Ora lo stesso MIUR pretenderebbe lo svolgimento del Tema di Matematica sostituendolo con quello di sola Fisica (sarebbe la prima volta)  , costringendo di fatto molti Docenti di Matematica + Fisica (A049) a dover sostituire agli esami i colleghi di sola Matematica(A047) impegnati nell’insegnamento di quest’ultima disciplina durante tutto l’anno.

ESAMI DI FISICA

L’USB-Scuola si chiede quindi , come si possa pretendere di far svolgere esami di Fisica a docenti che non possono essere a  conoscenza del percorso didattico e formativo dei ragazzi dal punto di vista matematico e che, qualora nominati in sostituzione dei colleghi di Matematica, potrebbero essere assimilabili ad un quarto (IV°) commissario esterno. Creando squilibrio nella Commissione (prevista con tre commissari esterni e tre interni) correndo il rischio –sconoscendo i ragazzi dal punto di vista matematico- di non poter offrire ai commissari esterni elementi utili per una valutazione completa sulla preparazione del candidato agli esami.

LE DIFFICOLTÀ

Tale circostanza potrebbe mettere in seria difficoltà’  ragazzi già’ stressati per l’impegnativa prova d’esame. Probabilmente nemmeno allenati a sostenere questa prova di Fisica. Con solo tre ore disponibili a settimana tutta a carico dell’insegnante di Fisica (che avrebbe dovuto insegnare Matematica+Fisica). E a dispetto delle quattro ore dell’insegnante di matematica che di contro non vuole o non può’ sostenere l’esame di Fisica ,per ovvie ragioni.

Al Liceo la sola Fisica non esiste perché la classe di concorso ex-A038 (solo Fisica)  non è prevista dalla legge possa essere insegnata nel triennio del Liceo Scientifico Nuovo Ordinamento.

MOTIVAZIONI

Per tali superiori motivazioni ci si augura che il MIUR ed il Ministro ,che lo regge, riflettano un po’ prima di avventurarsi in operazioni che si potrebbero ripercuotere pesantemente su studenti. Ignari ed inconsapevoli di dinamiche imputabili ad improvvida gestione dei  funzionari dello stesso Ministero. Che hanno permesso tali discrasie con le loro note e circolari  (censurate dal Tar)  sulle assegnazioni dei Docenti alle Classi per difformita’ alle previsioni della Legge.

Non possiamo non ricordare il motto che oramai è diventato bandiera della USB-Scuola di Ragusa :

QUIS  CUSTODIET  CUSTODES ?

ben consapevoli che nessuno, come in passato, sara’ chiamato a rispondere di tutte queste superficialita’ interpretative che alla fine si ritorcono sugli alunni !

Prof. Salvo Giliberto – coordinatore USB-Scuola di Ragusa

                                                                                          

LEGGI ANCHE
I commenti sono chiusi.