Salvini a Terni: “I ragazzi hanno ‘bigiato’ la scuola per me e ne sono contento”

3  min di lettura

“A Terni la squadra è forte anche se magari commette errori”. Così Matteo Salvini a Terni, in largo Passavanti, dove si è radunata una folla di casalinghe, militanti.

“C’è chi ha preso un permesso a lavoro, chi ha chiuso il negozio per un paio d’ore. Ci son dei ragazzi che ne han approfittato per ‘bigiare’ a scuola e ne sono contento”. Lo ha detto il ministro dell’Interno e leader della Lega. Principale partito di maggioranza in città, ma recentemente commissariato e affidato alla deputata Barbara Saltamartini.

Ad attendere Salvini anche una delegazione di operai della Treofan di Terni, con circa 140 occupati, ora in balia della proprietà indiana di Jindal, che ha  già chiuso lo stabilimento di Battipaglia e avviato il licenziamento collettivo di tutte le maestranze: i lavoratori chiedono “al governo di prendere una posizione seria”.

Salvini è arrivato a Terni alle 10.30, con circa mezzora di ritardo, e col megafono ha confermato “che, se non è febbraio sarà a marzo, diventerà legge dello Stato il diritto alla legittima difesa”.

LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SU OGGISCUOLA.IT

 

 

 

I commenti sono chiusi.