Il gioco dell’elastico, il più bell’esercizio sulla psicomotricità da riportare in tutte le scuole

7  min di lettura

Il gioco dell’elastico, uno di quei passatempi istruttivi di cui si poteva godere a scuola negli anni ’80 e ’90. Anche in questo caso, così come per Sacco pieno, Sacco vuoto, le maestre invogliavano a fare questa attività nelle scuole elementari o materne. Era un gioco divertente, ma che richiedeva un alto grado di coordinazione, controllo del proprio corpo e attenzione alle istruzioni. Un gioco, dunque, che inneggiava alla psicomotricità.

Sarebbe bello riproporlo ai bimbi di oggi, sempre più presi da smartphone videogames. Vediamo quali sono le regole.

1) Impara le mosse

Gli schemi di salto dell’elastico possono essere realizzati a partire da movimenti di base combinati a seconda delle tue preferenze.
Questi salti fondamentali sono:
Dentro: il saltatore atterra con entrambi i piedi nello spazio interno delimitato dall’elastico;
Fuori: il saltatore atterra con entrambi i piedi fuori dall’elastico;
Destra: il piede destro del saltatore atterra dentro l’elastico;
Sinistra: il piede sinistro del saltatore atterra dentro l’elastico;
Sopra: il saltatore atterra con entrambi i piedi sull’elastico stesso;
Giravolta: il saltatore salta e a mezz’aria ruota su se stesso cambiando direzione;
A cavallo: il saltatore atterra con ciascun piede ai lati dell’elastico.

2) Scegli una sequenza.

Per giocare hai bisogno di stabilire una sequenza che deve essere indicata dai partecipanti che sorreggono l’elastico man mano che il saltatore esegue la sua “performance”. La sequenza può durare quanto vuoi, ma ricorda che più è lunga e più è difficile. Può trattarsi quindi di una combinazione semplice o molto complessa. Ecco qualche esempio:
Dentro-fuori-dentro-fuori-sopra;
Fuori-sopra-destra-dentro-fuori-sopra-sinistra-dentro;
Dentro-a cavallo-giravolta-destra-fuori.

3) Canta la sequenza mentre il terzo giocatore salta.

Quando hai deciso quale combinazione usare, tutti i partecipanti possono cantarla mentre il saltatore la esegue. Se il saltatore completa tutta la sequenza senza sbagliare, puoi accelerare il ritmo oppure tentare una combinazione più complessa. Se il giocatore sbaglia, allora perde il turno e un altro partecipante prende il suo posto.

4) Alza l’elastico.
Quando il saltatore completa lo schema senza toccare l’elastico, puoi infatti sollevarlo leggermente. A questo punto, il giocatore deve ripetere la stessa sequenza, ma alla nuova altezza. Continua a innalzare l’elastico (e il livello di difficoltà) finché il saltatore non lo tocca o commette un errore.
Inizia con l’elastico all’altezza delle caviglie, poi spostalo alle ginocchia e successivamente continua a salire fino alla vita.

5) Chiedi ai giocatori che tengono l’elastico di togliere un piede.
In questo modo, rendi il gioco più complesso perché lo spazio interno delimitato dal rettangolo elastico si riduce. Il saltatore avrà maggiori difficoltà ad atterrare all’interno con entrambi i piedi.

6) Passa il turno.
Il saltatore successivo deve cercare di ripetere la combinazione del primo. Quando tutti hanno avuto la propria occasione di saltare, passa dunque a una sequenza più difficile. Cerca di inventare combinazioni sempre più lunghe e complesse man mano che il gioco prosegue!

7) Fai una gara per vedere chi salta più in alto!
Se lo desideri, poi, verifica quale saltatore riesce a completare la sequenza all’altezza maggiore. A ogni turno, assegna due punti a chi salta più in alto, un punto a chi ha raggiunto un livello intermedio e zero punti a chi raggiunge l’altezza minore. Somma i punteggi e decreta il vincitore!

LEGGI ANCHE
I commenti sono chiusi.