Marco Bussetti su aumento stipendio insegnanti: “Non mi fate parlare…”

2  min di lettura

Marco Bussetti su aumento stipendio insegnanti: “Non mi fate parlare…”

“Non mi fate parlare…”. Con queste parole, ironiche e seguite da ulteriori spiegazioni, il ministro della pubblica Istruzione Marco Bussetti ha risposto alla domanda in merito allo stipendio dei docenti in un’intervista al settimanale Gente. 

A partire da gennaio 2019, com’è noto, parte il cosiddetto “elemento perequativo”. L’unico punto – stabilito con il CCNL 2016 – 18 per cui sono state sbloccate le risorse a rifinanziarlo. Secondo quanto stabilisce la manovra, anziché perdere 20 euro circa, si potrà mantenere l’aumento ottenuto.

Nel complesso, sarà invece di 40 euro lordi la cifra destinata all’aumento stipendiale. Proprio su questo argomento, il capo del Miur è chiamato a rispondere nella suddetta intervista. La giornalista chiede a Bussetti, che si definisce un ministro che ha a cuore i “buoni maestri” che fanno il loro mestiere “come una missione, ragguagli sull’adeguamento dei loro stipendi.

“Vede – spiega Bussetti –  il Governo precedente ha deciso un aumento in busta paga di circa 80 euro per gli insegnanti, ma una tantum: in pratica fino al 31 dicembre 2018. Nel 2019 avrebbero guadagnato ancor meno di oggi, se non fossimo intervenuti. Lo stanziamento va a coprire quella differenza prima ancora del nuovo aumento. Modesto, certo, ma da qualche parte bisogna iniziare”.

Leggi altre notizie su OggiScuola

 

 

LEGGI ANCHE
I commenti sono chiusi.