L’aumento di stipendio del governo del cambiamento: 40 euro lordi in tre anni

4  min di lettura

L’aumento di stipendio del governo del cambiamento: 40 euro lordi in tre anni

Lo stanziamento è quello, c’è poco da fare. Il Ministro Bussetti ha evidenziato che sono stati stanziati dei fondi in legge di bilancio, per mantenere l’elemento perequativo. Ossia quelle risorse finanziate sino al 2018 per consentire l’aumento del 3,48% dello stipendio del personale docente.

Ma si tratta solo di mantenere in essere gli incrementi stipendiali approvati con il governo Gentiloni.

Bussetti ha dichiarato, inoltre, che sono in programma degli incontri con i sindacati per l’aumento degli stipendi dei docenti. Replica del giovane sindacato: gli incontri con le organizzazioni sindacali non servono a nulla se i finanziamenti rimangono quelli attuali.

Perché i compensi del personale pubblico rimangono decisamente lontani sia dal futuro aumento del costo della vita previsionale nel prossimo biennio, sia dai 12-14 punti di inflazione certificata negli ultimi dieci anni. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): per ottenere l’allineamento all’inflazione occorrerebbe il triplo di quanto è inserito nella legge di bilancio; quindi il Ministro l’incontro lo deve fare prima con i colleghi di governo e poi con i sindacati.

A queste condizioni, diventa ancora più opportuno ricorrere per il conferimento dell’indennità di vacanza contrattuale nel periodo 2015-2018, in modo da far recuperare a docenti e Ata almeno il 50% del tasso IPCA non aggiornato dal settembre 2015.

I commenti sono chiusi.