Vescovo non ammesso in un istituto scolastico. Il dirigente scolastico: “La scuola è laica”

2  min di lettura

“Non si difendono ne’ la laicità’, ne’ la scuola chiudendo la porta in faccia al vescovo”. Lo afferma il presidente del Consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti, commentando un episodio che – riferisce – sarebbe accaduto a Porto Tolle, Rovigo. Dove il dirigente scolastico “ha ritenuto inopportuna la visita del presule a docenti e studenti di una scuola pubblica e, in quanto tale, laica – spiega Ciambetti -.

Nessuno mette in discussione la laicità’ della scuola e l’autonomia del dirigente come del corpo insegnante. Ma penso che l’incontro con il Vescovo di Chioggia e del Delta fosse una occasione per l’Istituto scolastico, una opportunità. Permettere l’incontro con insegnanti e studenti non significa di certo indebolire o compromettere la laicità’ scolastica che non deve avere paura del dialogo, anzi, e a maggior ragione se il confronto avviene con una figura altamente rappresentativa del sentimento religioso e della pietà’ popolare”. “Monsignor Tessarollo – conclude – e’ uomo schietto e sono sicuro che saprà’ valutare nella giusta misura l’incidente anche se avrebbe piena ragione nel rammaricarsi. A lui la mia personale solidarietà'”.

Mapifin
Potrebbe interessarti
I commenti sono chiusi.