Viene bocciata, fa ricorso e vince: Consiglio di Stato obbliga la scuola a rifare il consiglio di classe

3  min di lettura

Viene bocciata, fa ricorso e vince: Consiglio di Stato obbliga la scuola a rifare il consiglio di classe

Bocciata e non ammessa alla classe quarta, una studentessa ha fatto ricorso e ha vinto. Come riporta luccaindiretta.it, l’allieva del Paladini di Lucca, andrà alla classe successiva. Il Consiglio di Stato ha ordinato, infatti, di ripetere il consiglio di classe e annullare il verbale di non ammissione alla classe superiore ritenendolo illegittimo.

Inoltre, si legge ancora, i giudici di Palazzo Spada hanno ordinato al Tar di Firenze di fissare al più presto la data dell’udienza di merito. Al fine, quindi, di calcolare eventuali spese e risarcimenti.

LA DECISIONE DEI GIUDICI

Secondo i giudici la scuola rispettato gli impegni presi e sottoscritti con la studentessa e la sua famiglia per quanto riguarda un percorso personalizzato a seguito di alcune difficoltà insorte e certificate dall’azienda sanitaria. “Non risulta – scrivono – che nell’anno scolastico siano state applicate alla ricorrente le misure compensative e dispensative previste nel piano didattico personalizzato”, sono applicate invece “le medesime tecniche valutative come per tutti gli altri studenti”.

Altre notizie su OggiScuola

I commenti sono chiusi.