Docenti di sostegno non più per l’alunno ma per tutta la classe

2  min di lettura

Docenti di sostegno non più per l’alunno ma per tutta la classe

“Cominciamo con il cambiare l’idea dell’insegnante di sostegno, che non e’ solo dell’alunno, ma della classe che lavora con l’alunno. Se vogliamo fare inclusione non dobbiamo fare discriminazione”.

Cosi’ il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, questa mattina a margine di un evento a Milano, ha parlato del ruolo dei docenti di sostegno. All’indomani dell’incontro avuto con le associazioni dei disabili e della sua intenzione di specializzare 40mila insegnanti che aiutino gli allievi in difficolta’.

Mapifin

“I nostri ragazzi sono tutti i ragazzi delle scuole, poi c’e’ chi ha piu’ bisogno e a loro daremo opportunita’ in piu'”. Quello della disabilita’ “e’ un tema a me molto caro – ha spiegato – appena sono diventato ministro mi sono subito dedicato a un decreto che doveva essere sviluppato e che e’ rimasto inerte per un anno e mezzo”. “Ieri abbiamo chiuso gli accordi con le e associazioni e questo e’ solo l’inizio di un percorso” ha aggiunto.

Altre notizie su OggiScuola

Potrebbe interessarti
I commenti sono chiusi.