Governo, solo 2 ore di ginnastica sono poche, dovrebbero essere di più

4  min di lettura

Governo, solo 2 ore di ginnastica sono poche, dovrebbero essere di più. “Oggi le ore di ginnastica, che poi è diventata prima educazione fisica e ora educazione motoria, sono solo due, ma dovrebbero essere di più”. Così il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, intervenendo al Coni, alle celebrazioni per i 150 anni di Federginnastica.

“I dati del Coni sulla pratica sportiva in Italia – aveva osservato Felice Mariani, deputato M5S – parlano chiaro: oltre 24.766.000 italiani non praticano sport. E la situazione nelle scuole sembra rispecchiarsi in questa triste fotografia. Inoltre la Federazione medici pediatri italiani stima che il 30 per cento dei bambini in Italia sia sovrappeso, dunque esposto ai rischi di obesità. Attualmente, l’ora di educazione motoria nella scuola primaria è opera dal docente curricolare e non da personale specializzato. Laureati in scienze delle attività motorie o diplomati presso istituti superiori di educazione fisica non venivano inseriti nelle classi di scuola primaria in ruolo. Riteniamo, invece, che i bambini tra i 6 e i 10 anni debbano poter contare su una figura esperta, specializzata e formata, che insegni tale disciplina e dunque abbiamo lavorato in questa direzione”.

“Se l’iter dovesse concludersi con l’approvazione di questa proposta di legge, per due ore a settimana un docente insegnerà nelle scuole prima la materia che sarà finalmente inserita nel Piano triennale dell’offerta formativa delle scuole primarie. Ritengo che questa proposta abbia ricadute positive sui nostri alunni, soprattutto in termini di prevenzione e cura di stili di vita non corretti”, conclude Mariani.

 

I commenti sono chiusi.