La rivoluzione scolastica del governo: subito nuovi concorsi e più insegnanti di lingua alla primaria

4  min di lettura

Tra le notizie inerenti il comparto scuola trapelate durante l’elaborazione della Nadef (la Nota di aggiornamento del documento di economia e finanza 2018) alcune riguardano il futuro del personale docente.

Banner

Secondo quanto riporta IlSole24Ore, infatti, nelle more del documento si parla di nuovi docenti “con titoli idonei all’insegnamento della lingua inglese, della musica e dell’educazione motoria nella scuola primaria”. Tra gli argomenti menzionati c’è anche una rivisitazione dell’organizzazione delle attività sportive scolastiche. Un restyling dell’alternanza scuola-lavoro. Nuove modalità di reclutamento dei prof, con particolare attenzione sul sostegno. Concorso per Dsga.

Mapifin

Novità concorsi in Nadef

Secondo le indiscrezioni, verrebbe scorporato il corso di formazione, e verrebbero assunti in servizio i vincitori di concorso alla fine delle prove orali, previa pubblicazione delle graduatorie di merito. Sarà attivato, inoltre, un corso di formazione in servizio. L’obiettivo è quello di riempire i posti vacanti da settembre 2019.

Alternanza scuola-lavoro

La Nadef prevede il differimento dello svolgimento da parte degli studenti del monte ore di alternanza scuola lavoro, quale requisito di ammissione agli esami di Stato. I percorsi diventeranno il più possibile orientativi e di qualità, rispondenti a standard di sicurezza elevati. Il monte ore globale per l’alternanza verrà ridefinito in base al percorso scolastico dello studente e dell’istituto d’appartenenza.

Sostegno

Nell’ambito della formazione degli insegnanti di sostegno, si parla di una regolamentazione degli indicatori per misurare la qualità dei processi di inclusione in ogni scuola.

L’obiettivo è quello di migliorare la formazione iniziale dei docenti di sostegno, e di ottimizzare le risorse e ridurre le disparità regionali.

Dispersione e abbandono

Il Governo gialloverde, tramite le imminenti misure, si propone di continuare combattere l’abbandono scolastico. Gli studenti saranno stimolati a proseguire gli studi, fino all’ottenimento di un titolo di scuola secondaria di secondo grado.

Docenti e Ata

L’aggiornamento continuo e la valorizzazione professionale del corpo docente saranno elementi valorizzati attraverso la revisione del sistema di reclutamento e affrontando il problema dei trasferimenti. La formazione in servizio e l’aggiornamento riguarderà anche il ruolo del personale amministrativo tecnico e ausiliario (Ata).

I commenti sono chiusi.