Halloween, no grazie. Alcune attività sostitutive per quella giornata

3  min di lettura

Da quando anche in Italia la festa di Halloween ha iniziato a diventare di interesse per bambini e ragazzi, gli insegnanti di religione sono alla costante ricerca di una attività sostitutiva da proporre in classe per non perdere mai di vista la propria religione e le proprie usanze. Se Halloween rappresenta il buio e il macabro, le proposte rappresentano, al contrario, la luce di Dio.

Banner

Eccone alcune

Mapifin

Buio, buio, luce

Occorrente:

Torcia elettrica o candeline

Svolgimento:

I bambini siedono in cerchio. Al centro, sistemate una torcia elettrica o delle candeline. Scegliete un bimbo e fatelo camminare intorno al cerchio dando un leggero colpetto sulla testa a ognuno e dicendo di volta in volta «buio». Quando il «giocatore» cambia la parola e dice «luce», la persona che ha appena ricevuto il colpetto si alza e rincorre il primo giocatore intorno al cerchio. Il primo dei due che riesce a spegnere le luci in mezzo al cerchio è il vincitore e va a sedersi con gli altri. Il perdente prende il suo posto e il gioco ricomincia.

 

Rifletti la luce

Occorrente:

Vecchi CD, pennarelli indelebili, patafix o simile, candeline

Svolgimento:

Decorate la parte lucida dei CD con il pennarello, lasciando alcune zone scoperte affinché riflettano la luce. Fate aderire una candelina al centro del CD e accendetela. Osservate i riflessi della luce sulla parte lucida del CD. È un ottimo spunto per parlare dei cristiani che riflettono la natura di Gesù.

 

Biscotti di fiamma

Ingredienti:

Biscotti digestive o simili, zucchero a velo, acqua, glassa

Procedimento:

Ricavate una glassa spalmabile con lo zucchero a velo e l’acqua. Mescolate il fondente colorato e ricavatene strisce a forma di fiamme. I bambini possono spalmare la glassa sui biscotti che hanno ricevuto e poi metterci sopra le fiamme.

 

 

 

fonte: bambini.avventista.it

I commenti sono chiusi.