Colloqui scuola-famiglia a 3 euro, scoppia la polemica: “Siamo sconcertati, vogliamo vederci chiaro”

3  min di lettura

Colloqui scuola-famiglia a 3 euro, scoppia la polemica: “Siamo sconcertati, vogliamo vederci chiaro”

Sono sconcertato dalla notizia apparsa oggi (ieri, ndr)  su alcuni organi di informazione che in talune scuole pubbliche della Sardegna i genitori debbano pagare una quota ad una societa’ privata per avere la precedenza nei colloqui con i docenti“. Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali.

“Francamente – prosegue il rappresentante di Leu in commissione Scuola e Cultura di Montecitorio – la trovo una decisione bizzarra, che puo’ andare bene per una compagnia aerea ma non certo per una scuola, dato che in tantissime altre scuole d’italia l’organizzazione dei colloqui scuola/famiglia e’ regolata attraverso il registro elettronico, senza bisogno di chiedere un balzello alle famiglie.”

“Vogliamo vederci chiaro – conclude Fratoianni – chiederemo con un’interrogazione dei parlamentari di Liberi e Uguali che il ministro Bussetti ci faccia sapere cosa ne pensa e chiediamo che il Miur si attivi subito per tutte le iniziative del caso”.

I commenti sono chiusi.