Un tempo dicevo con orgoglio di essere un’insegnante

3  min di lettura

Un tempo dicevo con orgoglio di essere un’insegnante

Lei è Francesca Maccani ed è una insegnante e scrittrice originaria di Trento, ma stabile a Palermo dal 2010. Docente di lettere nella scuola secondaria, ha insegnato sia in Trentino che in Sicilia. Intervistata da Giuseppe Maria Piscopo per Malgrado Tutto Web, ha analizzato la scuola moderna. Riportiamo, qui di seguito, uno stralcio dell’intervista.

Mapifin

“Non è cattiva la Scuola, è cattivo ciò che la scuola è diventata negli ultimi anni – ha detto – Non più l’agenzia educativa per eccellenza, bensì un contenitore nel quale pare non contino più nè il merito nè la fatica e il sacrificio, parole ormai quasi sconosciute per le nuove generazioni. Tutto sta andando verso la semplificazione e di contro verso la burocratizzazione di ogni cosa. Ahi serva scuola… per parafrasare Dante”.

Banner

Alla domanda “ti senti più scrittrice o più professoressa” ha così risposto: “Senza dubbio una professoressa anche se devo dire che in realtà, rispetto a qualche anno fa, tendo a non identificarmi più nel mio lavoro. Un tempo dicevo con orgoglio di essere un’insegnante, oggi purtroppo il nostro ruolo sociale è troppo bistrattato per farne motivo di vanto. Non sono una scrittrice professionista, non ho seguito un percorso di studi professionalizzante in tal senso, però scrivere mi piace da sempre. Superati i quarant’anni ho vinto la mia ritrosia e mi sono decisa a provare a pubblicare qualcosa. Per soddisfazione personale più che altro”.

QUI L’INTERVISTA COMPLETA

Potrebbe interessarti
I commenti sono chiusi.