Home Cronaca La madre cerca di svegliarlo per fare colazione, ma Enrico era morto nel sonno: scuola sotto choc

La madre cerca di svegliarlo per fare colazione, ma Enrico era morto nel sonno: scuola sotto choc

2 min read
0

E’ tragedia ad Asola per la morte di Enrico Bosio, un 18enne studente di Ragioneria del Falcone, giocatore di basket del Lions del Chiese. Il ragazzo, scrive La Gazzetta di Mantova, se n’è andato nel sonno, dopo aver trascorso la sera di domenica sul divano con la mamma.

A fare la drammatica scoperta è stata proprio la mamma, Laura. Dopo averlo chiamato più volte senza successo, è entrata in camera: sembrava dormisse e invece Enrico non c’era più.

Con estrema lucidità ha chiamato il 118 e seguendo le indicazioni ha tentato di rianimare suo figlio, ma il 18enne era già morto da un paio d’ore.

Sul sito della scuola è apparso un comunicato di cordoglio del preside, degli insegnanti, di tutta la comunità scolastica.

“Proprio domenica sera verso le 11 l’ho chiamato io al cellulare mentre passavo per piazza – ha raccontato a La Gazzetta di Mantova la nonna – Gli volevo chiedere se aveva bisogno di un passaggio. Lui mi ha risposto che era già a letto da un po’. Era tranquillo, era tutto a posto. Da qualche giorno si sentiva solo un po’ affaticato, soffriva il caldo, aveva avuto un po’ di tosse. Giovedì la mamma l’aveva portato dal medico, gli aveva trovato i battiti un po’ alti, ma non ci aveva preoccupato perché Enrico era uno sportivo. Comunque per scrupolo gli aveva prescritto di mettere l’holter. Avevamo già prenotato l’esame, l’avrebbe avuto nei prossimi giorni. Invece Enrico ci ha lasciati così…è morto nel giorno in cui era stato battezzato”.

Comments are closed.