Bussetti ora passa ai ds: “Pagelle di valutazione anche per loro”

2  min di lettura

Il ministro Bussetti continua ad illustrare il programma del Miur. Questa volta, in una lunga intervista rilasciata al quotidiano “La Verità” ha toccato diversi aspetti.

“Con il decreto dignità è stato consentito al Miur di ottemperare agli obblighi derivanti dalle sentenze di merito, che prevediamo arriveranno in larga parte tra luglio e agosto. Successivamente, in sede di conversione del decreto legge, si potrà definire il quadro normativo, disciplinando specifiche procedure di reclutamento che riguarderanno coloro che sono in possesso dei titoli attualmente richiesti per l’accesso alla scuola primaria” ha detto a proposito dei diplomati magistrali.

Mapifin

Ancora una volta ha sottolineato come non siano necessari ulteriori stravolgimenti: “Alla scuola non servono scossoni o riforme calate dall’alto, per il gusto di intestarsi politicamente un cambiamento. Utile intervenire per affrontare i problemi che la riforma del PD ha generato: due li abbiamo già affrontanti con l’eliminazione della chiamata diretta e interventi sul fondo per il merito previsti anche per i docenti non di ruolo”.

Banner

“La terza questione – ha aggiunto – è la valutazione dei dirigenti scolastici e sul concorso per i Dsga, atteso ormai da troppo tempo”. Pagelle, dunque, anche ai presidi.

Potrebbe interessarti
I commenti sono chiusi.