Home Opinioni Galimberti sulla scuola: “Classi con massimo 15 studenti e istituti aperti fino a mezzanotte”

Galimberti sulla scuola: “Classi con massimo 15 studenti e istituti aperti fino a mezzanotte”

2 min read
0

Il filosofo Galimberti, durante l’incontro pubblico al TrentinoBookFestival, è intervenuto sulla: “Siamo l’ultimo paese europeo per comprensione di un testo scritto. Dobbiamo far leggere i ragazzi, non riempire la scuola di computer”. Scuola non come ente fornitore di professionalità, ma come istituto di formazione. Per aiutare a trasformare gli impulsi dei ragazzi in emozioni e le emozioni in sentimenti. “Negli Stati Uniti una ricerca in materia di neuroscienze ha mostrato come il cervello di 500 manager e 500 delinquenti sia perfettamente uguale”.

Banner

Nella scuola di Galimberti ci sarebbero classi con massimo 15 studenti ed una scuola aperta fino a mezzanotte. “Servirebbe un test di personalità per i professori che ricevono ragazzi già rovinati in famiglia”. Fondamentali i primi anni di vita, 3 per le neuroscienze, nei quali “si formano definitivamente le mappe cognitive ed emotive dei bambini”. Il nodo dell’identità è il fatto che “sia un dono sociale, che viene prima dell’individuo”. Abbiamo bisogno di testimonianza e di essere “identificati” per quello che facciamo. Secondo il filosofo i genitori devono rispondere ai bambini che “cercano sempre i principi di causalità”.

Mapifin
Comments are closed.