Home Web Insegnante ideale, come lo sognano gli alunni? Alcuni identikit

Insegnante ideale, come lo sognano gli alunni? Alcuni identikit

10 min read
0

Per me una brava maestra dovrebbe capire il mio impegno ma anche essere una pasticciona che lavora nella terra e fa gli esperimenti. Ma, soprattutto, dovrebbe volerci bene. Vorrei anche che avesse la nostra voglia di esplorare e di curiosare. Vorrei che pensasse non solo ai soldi ma anche a divertirsi e a sognare. Dovrebbe anche avere un cuore grosso come il Paradiso. Dovrebbe essere sincera ma anche farci scrivere tante lettere da dare ai nostri compagni. Vorrei che fosse sempre gioiosa e anche che ci facesse capire le cose dando loro un senso positivo. Questa è l’ insegnante che vorrei! Letizia

Per me la mia insegnante ideale dovrebbe: essere dolce, nel senso che dvorebbe essere gentile e brava ma non troppo seria perché, altrimenti, i bambini si stuferebbero e non andrebbero più a scuola volentieri. Dovrebbe anche essere gentile con i bambini e brava, dovrebbe arrabbiarsi quasi mai come se insegnasse senza che i bambini se ne accorgessero. Insegnerebbe facendo grammatica giocando. Per me questa sarebbe un’ insegnante brava perché così la scuola sarebbe divertente con tutti i bambini. Dovrebbe avere il carattere tranquillo, sincero e poco serio. Dovrebbe avere gli occhi brillanti, luminosi e scintillanti. Per me questa sarebbe la mia insegnante ideale! Martina

A me piacerebbe una maestra che ti leggesse i libri, che ti facesse fare i ritratti, i laboratori scientifici ed anche esplorare la natura. Dovrebbe anche essere gentile, brava e, da un lato, anche un po’ severa. Vorrei una maestra normale, cioè anche impulsiva, severa anzi molto severa, in tutte le materie perché vorrei tirare fuori tutto il meglio di me. Mi piacerebbe tanto una maestra di matematica che ci facesse capire cos’è la vita ed anche il significato delle cose. Michela

Il mio insegnante ideale vorrei che fosse sempre calmo e che non gridasse mai. Mi piacerebbe che sapesse far diventare le cose molto difficili in cose facili e anche divertenti, come se giocassi. Vorrei che ci facesse fare ogni giorno dei progetti come delle case, un bosco… Vorrei anche che, ogni giorno, avessimo due ore di disegno, una di pittura e una di lettura. Vorrei che fosse sempre con il sorriso sulla faccia perché così le cose sarebbero migliori nel senso che i bambini vorrebbero stare tutto il giorno a scuola se tutto fosse così. Adesso vorrei solo più una cosa: avere a disposizione un’ora dove si possono fare i compiti che ci danno da fare a casa perché così avremmo più tempo per divertirci. Vorrei anche gli intervalli più lunghi. Non importa come si veste, com’è fisicamente ma quello che conta è che abbia un buon cuore. Cosmin

Il mio maestro ideale deve essere gentile e simpatico e deve far vedere ai bambini che ci sa fare. Secondo me deve trasformare le cose noiose, tipo le divisioni, in esercizi divertenti così i bambini sono più felici di farli. Non dovrebbe urlare se il bambino non ha capito, dare pochi compiti perchè le vacanze sono vacanze e sono momenti di tranquillità. Altrimenti andiamo sempre a scuola che facciamo prima! In più deve essere simpatico e non severo. Deve avere un sorriso sempre stampato in faccia e deve farci fare l’intervallo lunghissimo. Sarebbe bellissimo avere un maestro così! Vittoria

Il mio maestro ideale è molto gentile, ci fa scrivere le descrizioni, i problemi, gli esercizi e fa diventare più felici le cose che ci sono da fare. Ad esempio un testo lo fa diventare una storia di avventure, ci legge tanti libri, ci fa fare tanti disegni e decorazioni. Ci fa costruire le cose anche con una presentazione. Ci fa portare dei gochi per farci rappresentare le cose, ci fa guardare filmati e mi tratta come un amico. In geografia ci fa costruire le mappe del mondo, ci fa vedere dove sono le città, ci chiede di fare delle cose interessanti. Quando si fa grammatica pensi di scrivere delle poesie. Le descrizioni sembrano disegno fatti con le parole. Mentre in geografia fai dei disegni con le forme. Per me è un maestro ideale proprio perché mi fa fare cose divertenti. Bogdan

A me piacerebbe una maestra che ci leggesse libri, ci facesse fare attività sportive, immagine. Dovrebbe anche farci studiare, ma non molto, e farci anche fare degli esperimenti. Mi piacerebbe anche che facesse matematica e che sapesse molte cose. Mi piacerebbe una maestra non molto severa, con il viso gentile ed accogliente. Sarebbe bello se non esistesse la grammatica. Gradirei se lle maestre ci facessero solo scrivere testi, matematica e leggere libri come: “Gli Sporcelli”, “Puzzy”, “Geronimo Stilton” e tanti, tanti libri ancora. Mi piacerebbe che le maestre fossero come ho descritto io perché, così, si potrebbero fare tante cose senza annoiarti e perché a scuola si andrebbe volontariamente senza annoiarti e senza essere svogliati. Eleonora

Io vorrei un’insegnante con il carattere simpatico e anche brava. Però mi piacerebbe anche che fosse sincera, cioè che quando mi deve dare dei voti non me li dia senza che li abbia meritati. Invece dovrebbe darmi solo i voti che mi sono meritata. Mi piacerebbe avere una maestra come la maestra Giovanna perché è brava, simpatica e molto, molto bella. Penso che mi dia sempre i voti che mi merito. Questa è la maestra che voglio ed è Giovanna. Kristina

Secondo me la maestra dovrebbe essere gentile e, soprattutto, intelligente. Ci dovrebbe leggere tante storie interessanti anche molto significative e che ci facciano pensare delle belle cose. Dovrebbe cercare di far diventare divertente la grammatica, ci dovrebbe portare più spesso nel Bosco dei Bambini e a giocare fuori. Raffaele

I pensieri degli alunni della classe quarta della scuola primaria di Cisterna D’Asti 


Potrebbe interessarti

Comments are closed.

Check Also

Meteo 18 giugno, le previsioni

Le previsioni dell’Aeronautica militare per Lunedì 18 giugno. Nord: addensamenti com…