Diplomati magistrale, il primo atto al Miur di Bussetti sarà una sanatoria per i maestri della scuola

3  min di lettura

Stanno attendendo da mesi una svolta e mai come ora i diplomati magistrali sono vicini ad una svolta. Come riporta questa mattina La Repubblica, il neo ministro dell’Istruzione Bussetti è a lavoro con i tecnici del ministero per il primo decreto scolastico del Governo Lega-5Stelle. Un atto che si pone l’enorme obiettivo di salvare le 49.199 diplomate magistrali eliminate dal ruolo e dalle graduatorie pre-ruolo dalla ormai nota sentenza del Consiglio di Stato dello scorso 20 dicembre.

A parlare a Repubblica è il responsabile della Lega Scuola, il senatore Mario Pittoni che ha precisato come questo primo atto non danneggi nessuna delle categorie coinvolte nella scuola. Il quotidiano spiega “43.534 maestre diplomate saranno inserite direttamente nelle Graduatorie di concorso. Verranno tolte dalle GaE e spostate in blocco nella classifica dove alloggiano i vincitori dell’ultimo concorso in attesa che si liberi un posto. Saranno quindi posizionate subito dopo i vincitori naturali”.

In questo blocco saranno collocate anche le laureate in Scienze della Formazione primaria ed anche i precari depennati per non aver presentato in tempo la domanda.

Un percorso non facile, ma su questo il ministro Bussetti è stato chiaro sin da subito definendo urgente la questione dei diplomati magistrali, una vicenda da risolvere.

I commenti sono chiusi.