Home Notizie dal web La profezia della Papessa Francesca Immacolata Chaouqui: “Il prossimo premier sarà una donna”

La profezia della Papessa Francesca Immacolata Chaouqui: “Il prossimo premier sarà una donna”

3 min read
0

di Martina Gaudino

“Il prossimo premier signori sarà una donna”. A parlare è Francesca Immacolata Chaouqui, la Papessa, arrestata e poi rilasciata nell’ambito dello scandalo Vatileaks 2. Componente della Commissione referente sulle attività economiche della Santa Sede, la Papessa era accusata di sottrazione di informazioni riservate dello Stato della Città del Vaticano.

Lo scorso 5 marzo, dopo la disfatta del PD intervenne a Radio Cusano: “Ero perfettamente convinta che sarebbe andata così. Ora bisogna riflettere sulle ragioni per cui in poco tempo il Pd ha perso la metà dei propri elettori. Questo è un dato che preoccupa, perché una parte di cittadinanza che pur si riconosce in determinati valori non ha più leader. Il Pd deve fare delle riflessioni profondissime, questo è il dato. Renzi si è autocombattuto, va avanti combattendo un nemico, alla fine si è autoromattamato, abbiamo visto la lotta tra Renzi contro Renzi. Se avesse fatto un passo indietro netto sulla Boschi sarebbe tornato alla grande. Per rinascere il Pd non può prescindere da Enrico Letta”.

Da diversi mesi, però, come ha scritto in un post su Facebook, la Papessa sostiene che alla Presidenza del Consiglio ci andrà una donna e proprio nelle ultime ore il nome dell’avvocato Giulia Bongiorno emerge con forza. Una svolta per la politica italiana, qualcosa di mai visto. Seguitissima sui social, la 36enne calabrese, si era già espressa in merito il giorno le elezioni: “Il trionfo della lega.  Il trionfo del mio immenso avvocato, Giulia Bongiorno, da oggi senatore della Repubblica e se Dio vuole anche qualcos’altro“.

La Chaouqui, passata da numerosissime copertine di giornale ai post su Facebook, dopo aver scritto il libro “Nel nome di Pietro”per riportare su di sé un’attenzione naturalmente scemata nel tempo, in una intervista a Oggi disse che a 17 anni il suo obiettivo era conquistare il mondo e lo è ancora oggi, ma a scendere in politica non ci pensa: “Tante volte me lo hanno chiesto, ma io faccio un altro lavoro: attraverso la mia professione aiuto i politici a essere tali”.

Comments are closed.