Home Normative Insegnare senza abilitazione: messa a disposizione e tutti gli altri casi

Insegnare senza abilitazione: messa a disposizione e tutti gli altri casi

5 min read
0

Il procedimento per diventare insegnanti è ben noto: si passa dall’università, al tfa e al concordo, ma ci sono alcuni casi in cui è possibile insegnare a tutti gli effetti senza passare l’abilitazione.

Banner

Come spiega La Legge per Tutti, un buon modo per provare a fare una prima esperienza di insegnamento pur non avendo l’abilitazione, consiste nell’inviare il proprio curriculum ai centri studi e alle associazioni di ripetizioni. Nella maggior parte dei casi, non si avrà una classe di studenti ma un gruppo ristretto di alunni o un solo studente a cui impartire lezioni frontali. Altro sistema, è quello delle mad, ovvero le messe a disposizione con cui l’aspirante docente si propone per eventuali posti vacanti e sostituzioni di breve durata nelle scuole pubbliche. La domanda di messa a disposizione, viene generalmente inviata quando non si riesce ad accedere in nessuna delle graduatorie nazionali o, come appena detto, nel caso in cui si voglia dare disponibilità ad effettuare delle supplenze, da inviare, via posta elettronica certificata (Pec) o a mezzo raccomandata a/r, alle scuole di interesse.

Mapifin

A differenza di quanto si pensa, anche per le scuole paritarie (scuole private, non statali, che sono abilitate a rilasciare titoli di studio con valore legale) è necessaria l’abilitazione. Tuttavia, in casi particolari (quando, per esempio, si ha difficoltà a reclutare insegnanti in possesso di abilitazione), si può essere chiamati a insegnare, per supplenze, anche senza titolo di abilitazione all’insegnamento.

Ecco un modello di mad

Al Dirigente Scolastico

(Indirizzo scuola)

Oggetto: domanda di messa a disposizione per supplenze di docente per l’a.s. …

Il/la sottoscritt …, CF …, nato/a a … Prov. …, il …, residente a… in via…; Tel:… ( fisso e mobile), e-mail … ,

presenta domanda di messa a disposizione in caso di esaurimento delle graduatorie d’istituto per le seguenti tipologie di posto e/o classi di concorso:

– per le seguenti classi di concorso della scuola … (elementare, media, ecc)

A tale scopo, consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall’art. 76 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, così come modificato e integrato dall’art. 15 della Legge 16/1/2003 n. 3; dichiara sotto la propria responsabilità

– di essere cittadino/a italiano/a;

– di godere dei diritti civili e politici;

– di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della normativa vigente;

– di non essere sottoposto a procedimenti penali;

– di possedere il seguente titolo di studio: … (laurea) presso Università …; e che nel proprio piano di studio sono stati superati i seguenti esami necessari per accedere alla seguente classe di concorso della scuola …: …(crediti universitari – CFU).

Luogo, data,

Firma

Comments are closed.