Cassazione: contratti nulli nella scuola paritaria per i docenti non abilitati

4  min di lettura

“L’abilitazione all’insegnamento e’ requisito di validita’ del contratto di lavoro avente ad oggetto mansioni di insegnamento: il mancato possesso del titolo di abilitazione rende nullo il contratto a termine concluso con una scuola paritaria e, pur accertata la illegittimita’ del termine, ne preclude la trasformazione in contratto a tempo determinato”. Lo sottolinea la Cassazione con la sentenza 4080 della sezione lavoro.

Con questo verdetto – che sembra un po’ una beffa per la lavoratrice precaria che aveva promosso la causa vincendo in primo e secondo grado – gli ‘ermellini’ hanno accolto il ricorso di un istituto paritario valdostano per il turismo al quale i giudici di merito avevano ordinato di considerare a tempo indeterminato una serie di contratti a tempo fatti per quattro anni consecutivi a una docente di biologia e alimentazione. Ad avviso della Corte di Appello di Torino, infatti, nonostante l’insegnante non avesse l’abilitazione era da escludere che sussistesse, in base alla legge, il divieto anche per la scuola privata “di assunzione a tempo indeterminato di personale insegnante privo della abilitazione richiesta per la scuola pubblica”, e che tale ultimo requisito rilevava “al solo titolo della parificazione della scuola non statale ma non determina la nullita’ del contratto di insegnamento presso una scuola privata legalmente riconosciuta”.

La Suprema Corte ha pero’ dato torto ai magistrati di merito, e ha affermato che “l’abilitazione e’ requisito di validita’ del contratto di lavoro” e anche nel caso in cui sia stata accertata “l’illegittima apposizione del termine, non puo’ conseguire la prosecuzione del rapporto a tempo indeterminato”. Ora la vicenda deve essere rivalutata nuovamente dalla Corte di Appello di Torino che dovra’ verificare se Maria G. ha eventualmente “ulteriori pretese comunque connesse all’illegittima apposizione del termine ai contratti di lavoro” intercorsi con la ‘Fondazione per la formazione professionale turistica’ della Valle d’Aosta, istituto per il quale aveva lavorato dal 2006 al 2010 con singoli contratti annuali.

Potrebbe interessarti
I commenti sono chiusi.