Carriere spezzate, l’assurdo caso degli amministrativi passati a Dsga che devono ricominciare da zero

2  min di lettura

Il nuovo contratto sottoscritto lo scorso 9 febbraio non sana la situazione degli assistenti o responsabili amministrativi che dopo il 2000 sono passati a ruolo superiore: gli anni di servizio pregresso continuano a non essere considerati.

L’iniquità della norma è contenuta nello stesso contratto collettivo nazionale che invece prevede il riconoscimento in toto degli anni di servizio pregressi, svolti nel ruolo precedente, per tutti i maestri che ottengono il passaggio dalla scuola dell’infanzia a quella primaria. Dopo le proteste e l’avvio dei ricorsi Anief per bloccare la cosiddetta “temporizzazione”, un gruppo spontaneo di Dsga della scuola sta raccogliendo le adesioni ad una lettera di protesta da inviare alle organizzazioni sindacali firmatarie del nuovo Ccnl scuola 2018: nella missiva si esprime “formale dissenso e disapprovazione con quanto concordato”. Nei giorni scorsi, la Dsga Anna Maria Cianci aveva realizzato una lettera aperta che descrive in modo chiaro la palese ingiustizia a cui il Miur la vuole sottoporre.

Comunicato stampa Anief

 

Potrebbe interessarti
I commenti sono chiusi.