Home Notizie dal web Insegnanti aggrediti, Fedeli: “Sì a condanne esplicite e nel caso anche il carcere”

Insegnanti aggrediti, Fedeli: “Sì a condanne esplicite e nel caso anche il carcere”

3 min read
0

“E’ una violenza, che va condannata in sè, tipica della violenza che sta nella società. Serve una condanna molto più esplicita da parte di tutti: qualunque atto di violenza e aggressione verbale e fisica va condannato socialmente. Poi, nel caso, ci sono gli strumenti anche per essere mandati in carcere”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, in un videoforum su Repubblica.it, commentando gli ultimi episodi di aggressioni ascuola ai danni di insegnanti, da parte di genitori o alunni. “Per i minori – ha spiegato – stiamo facendo un lavoro su bullismo, cyberbullismo, sul linguaggio, stiamo educando al rispetto degli altri e anche ai conflitto, utilizzando il confronto e non la violenza verbale e fisica. Ma questa violenza deriva anche dalla modalità con cui nella società si è abbassato il livello di sanzione culturale a comportamenti aggressivi nel confronto pubblico. E’ un punto che dovrebbe legarci tutti, anche questo può aiutare: il fatto che abbiamo un’opinione differente non significa che si diventa nemici da abbattere, ma affrontiamo con argomenti di merito le nostre differenze”. “Non guardo di chi è la colpa” degli episodi violenti, ha proseguito il ministro, “i processi vengono purtroppo da lontano, ma è stato delegittimare la funzione della scuola e il diritto all’educazione e alla formazione per tutti. Hai tolto investimenti, quindi in qualche modo hai svilito la funzione. È una parte della realtà. L’altra parte è che stiamo cercando di investire sempre di più sulla qualità della formazione dei docenti per dare qualità ai ragazzi, ma c’è una corresponsabilità educativa che devono assumersi i genitori. Quello che stiamo costruendo è una nuova responsabilizzazione dei genitori nella propria funzione verso la scuola, ciascuno assumendosi la propria responsabilità: stiamo costruendo un nuovo patto con loro”, ha concluso Fedeli.

Leggi anche

Comments are closed.