Insegnare a scrivere ai bambini mancini

6  min di lettura

Insegnare a scrivere a bambini mancini in fondo non è un compito molto diverso dall’insegnare a scrivere in generale, se si tengono in considerazione alcuni aspetti.
E’ importante ricordare che i bambini fino ai 5/6 anni potrebbero non essere ancora chiaramente mancini o destrimani e che, di conseguenza, devono essere lasciati liberi di sperimentare finché la situazione non si sia determinata. Inoltre, se sono mancini, è consigliabile che sappiano definirsi tali e rivendicare la loro preferenza, per non essere esposti a situazioni in cui un adulto interviene a ‘correggerli’ anche senza volerlo.

Dal punto di vista più pratico, essendo tutti gli strumenti pensati per i destrimani, i mancini possono avere difficoltà con l’impugnatura e con il tipo di inchiostro. Sono preferibili le penne con inchiostro a rapida asciugatura, per evitare macchie e sbavature.

Mapifin

L’impugnatura frequente nei mancini, perché facilita la visione dello scritto, è quella con il pollice interno, cioè con il “pollice flesso a circa 3 cm dalla punta, chiuso all’interno del palmo dall’indice (a volte anche dal medio). La penna viene spinta contro la parte alta della prima falange dell’indice”.

Banner

L’impugnatura preferibile, invece, è quella detta “a pinza”, in cui “la mano è piegata in semi-pronazione, la presa dello strumento è tra pollice ed indice, mentre la prima falange del dito medio funge da appoggio per garantire un assetto regolare. Anulare e mignolo, semipiegati, assicurano il contatto della mano con il foglio.
Per segnalare ai bambini il punto esatto dell’impugnatura, si possono usare adesivi colorati posizionati a circa due dita dalla punta.
Vengono proposti strumenti per la scrittura pensati appositamente per i mancini, ma non sono necessari almeno che non siano richiesti da un terapista, mentre sono consigliabili le forbici per mancini, che permettono di seguire bene lo svolgimento dell’azione. La posizione migliore per il foglio è alla sinistra di chi scrive, con l’angolo sinistro inclinato verso l’alto: questa posizione aiuta a vedere meglio il foglio, a seguire il corso della scrittura e quindi aiuta a prevenire sbavature e errori nel seguire le linee. I destrimani usano spesso la mano sinistra per tenere fermo il supporto: un trucco che può essere di grande aiuto anche per i mancini, ovviamente utilizzando, come aiutante, la mano destra.

I materiali, come dicevamo, sono pensati per i destrimani e spesso non ci si rende conto che questo comporta delle difficoltà in più per i mancini. Ad esempio, nei primi materiali con le lettere da copiare, queste sono proposte in caselle sulla sinistra, che vengono coperte con la mano dai mancini, mentre basterebbe posizionare i modelli in alto, come illustrato in queste semplici tavole.
Dal punto di vista della scrittura delle lettere, i movimenti dovrebbero essere orientati come quelli dei destrimani per facilitare, nel tempo, la velocità e la fluidità della scrittura. Tutte le azioni richieste per scrivere si basano sui movimenti motori fini ed è quindi consigliabile, prima di arrivare all’uso della penna e agli esercizi di scrittura, aver tanto giocato con le mani e con le dita: colorare usando i pennarelli e le mani, abbinare tappo e contenitore, infilare grosse perline per fare coloratissime collane, infilare gli spaghetti-aculei sul dorso di un riccio in plastilina, disegnare lettere- ma non solo- utilizzando sassolini.

Fonte 

Potrebbe interessarti
I commenti sono chiusi.