Home Notizie Sindacali Concorso riservato abilitati, il Miur fa pre-selezione escludendo candidati senza motivo e preannunciando estromissioni in corso d’opera

Concorso riservato abilitati, il Miur fa pre-selezione escludendo candidati senza motivo e preannunciando estromissioni in corso d’opera

2 min read
0

Il bando pubblicato sulla fase transitoria ammette gli inseriti ITP con riserva nelle GaE o in seconda fascia delle graduatorie d’istituto entro il 31 maggio 2017, salvo poi prevederne l’esclusione in caso di sentenza negativa. Per Anief la previsione è illegittima perché il titolo è abilitante, alla pari degli altri. Allo stesso modo, il servizio su sostegno non può non essere dichiarato e valutato. Come non possono essere escluse diverse altre categorie di docenti già abili e arruolati, quali sono gli idonei dei concorsi precedenti, i docenti diplomati ISEF, Accademie o Conservatori non ancora inseriti in seconda fascia graduatoria d’istituto o inseriti dopo il 30 maggio 2017, gli abilitati all’estero, i diplomati magistrali, educatori e laureati in Scienze della Formazione Primaria. Contestata anche la cancellazione da GaE, Graduatorie di Merito e d’Istituto per gli ammessi al Fit.

Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Il titolo da Insegnante tecnico pratico è a tutti gli effetti abilitante, come gli altri a cui è stato dato il via libera per partecipare al concorso. Allo stesso modo, anche il servizio su sostegno non può non essere dichiarato e valutato. Faremo del tutto perché tutti gli esclusi in modo illogico possano partecipare al concorso previsto dalla ‘Fase transitoria’ per abilitati e consentire la valutazione corretta di tutto il servizio prestato per essere quindi collocati nelle nuove graduatorie regionali.

Anief invita il personale escluso in modo illegittimo a presentare domanda dal 20 febbraio al 22 marzo e aderire ai ricorsi sul portale.

Comunicato stampa Anief

Comments are closed.