Home Cronaca Caserta, 13enne raccoglie e prova ad accendere petardo inesploso: amputato un dito

Caserta, 13enne raccoglie e prova ad accendere petardo inesploso: amputato un dito

1 min read
0

Raccoglie un petardo inesploso fuori alla propria scuola e resta mutilato. E’ il caso accaduto a Casapesenna (provincia di Caserta) dove i medici sono stati costretti ad amputare la falange del secondo dito della mano destra ad un alunno di 13 anni. Il ragazzino, stando alle ricostruzioni, avrebbe raccolto il mini esplosivo mentre usciva dalla scuola media che frequentava. Non è stato escluso che il petardo giacesse lì dalla notte di Capodanno, dalla quale erano trascorsi dieci giorni.

Quando il ragazzino, che frequenta la seconda media dell’istituto comprensivo, ha raccolto il botto provando ad accedere la miccia questo è esploso nella sua mano destra tra le sue urla e lo sgomento dei compagni di classe. Il 13enne è stato trasportato d’urgenza all’ospedale San Giuseppe Moscati di Aversa per poi essere trasferito, in un secondo momento, al Pellegrini di Napoli. Nonostante un intervento chirurgico molto delicato i medici sono stati costretti ad amputare il dito della mano.

Leggi anche

Comments are closed.