Altro che tablet, la vera rivoluzione tecnologica della scuola è la lavagna

3  min di lettura

La maggiore rivoluzione nella scuola? Altro che tablet, la vera tecnologia è stata la lavagna cento anni fa. Esordisce così LinkPop in un articolo pubblicato su L’Inkiesta in cui analizza proprio come sia stata importante l’introduzione della lavagna in classe. Pare quasi assurdo immaginare una classe senza, nessuno ha memoria. “Per cogliere appieno l’enormità di quel cambiamento – si legge – occorre farsi un’idea di come fosse stata, fino a quel momento, la scuola. Le lezioni di “scrittura” erano sessioni in cui gli scolari, ognuno per sé, lavoravano facendo stridere sulla carta penne e copiando, da soli, i testi. Quando sono arrivate le lavagne i docenti hanno gridato al miracolo: “Il suo inventore merita di essere considerato tra i più importanti innovatori della scienza e dell’insegnamento, se non addirittura tra i più grandi benefattori dell’umanità”.

Si parla, naturalmente, di un’epoca in cui le classi erano affollatissime, c’erano centinaia di bambini per un solo maestro, non c’erano finanziamenti, investimenti, nulla.

E in un mondo in cui oggi si insegue la tecnologia, sarebbe bene rincorrere la cara lavagna.

I commenti sono chiusi.