Home Didattica Spiegare la filosofia con le serie tv è possibile: il libro del prof. Ariemma che fa incontrare Kant sull’isola di Lost

Spiegare la filosofia con le serie tv è possibile: il libro del prof. Ariemma che fa incontrare Kant sull’isola di Lost

6 min read
0
ariemma

di Martina Gaudino

Professore al liceo statale di Ischia, Tommaso Ariemma è anche l’autore di un libro che è riuscito nello strano intento di legare la filosofia alle serie tv tanto amate dagli adolescenti. “La Filosofia spiegata con le serie tv” è l’interessante fatica letteraria del docente, edita da Mondadori che offre un visione nuova ed estremamente contemporanea di una materia che spesso i ragazzi faticano a comprendere.

Come è nata l’idea di raccontare la filosofia attraverso le serie tv?

È nata dal desiderio di catturare l’attenzione dei ragazzi, attraverso un’offerta dei contenuti meno ingessata e più vicina al loro immaginario. Ho studiato il loro terreno, il loro mondo e mi sono detto: “possono facilmente passare dalla mia parte”. Il rigore della filosofia non è stato affatto messo in discussione, né il suo programma ministeriale, anche perché prima di insegnare a scuola avevo dedicato, come docente universitario, diverse pubblicazioni accademiche al fenomeno delle nuove serie tv. Si è trattato, quindi, di applicare con i più giovani una competenza maturata attraverso anni di studio e pubblicazioni.

Il suo approccio in classe, ha detto in una intervista a La Stampa, ha spiazzato gli studenti. Ad oggi come rispondono a questo stimolo?

I ragazzi all’inizio non credono a quello che vedono: un professore che fa sul serio con la filosofia attraverso l’uso delle serie tv. L’insegnamento con le serie tv, dopo l’impatto spiazzante al quale ci si può abituare, prevede però altri stimoli, per non far svanire, direbbe Aristotele, la meraviglia. La loro attenzione viene tenuta alta attraverso ulteriori spiazzamenti. I ragazzi vengono progressivamente invitati, ad esempio, a impadronirsi della struttura narrativa delle nuove serie tv, una struttura aristotelica, per produrre racconti da condividere sul web e tanto altro ancora. In questo modo viene potenziata una competenza importantissima: il saper raccontare.

In 3 parole, perché uno studente dovrebbe leggere il suo libro?

Per avvicinarsi o riscoprire la filosofia in un modo totalmente nuovo e avvincente.

Crede che oggi la scuola abbia bisogno di “aggiornarsi”? In che modo i professori possono avvicinarsi agli studenti?

L’aggiornamento è fondamentale, proprio per poter usare con competenza il mio metodo, ma non solo. Ogni giorno mi scrivono tanti ragazzi, entusiasti del libro, ma anche diversi colleghi, per conoscere meglio il metodo e applicarlo. Il “metodo pop”, come mi piace chiamarlo, certamente non s’improvvisa. Bisogna avere nozioni di estetica, sociologia, storia dello spettacolo, cultura digitale. Per avvicinarsi agli studenti, in generale, bisogna conoscere il loro mondo e non solamente stigmatizzarlo. E per conoscerlo bisogna rivolgersi a degli esperti, quindi aggiornarsi.

Progetti nel cassetto?

C’è l’idea di dar vita a un corso di formazione sull’utilizzo delle serie tv e in generale del “metodo pop” per tutte le discipline, dato il successo che sta avendo con la filosofia. Spero di incontrare sul mio percorso persone e istituzioni lungimiranti. Un altro progetto, a breve, sarà un sequel de“La filosofia spiegata con le serie tv”.

Se potesse rivolgere una domanda alla ministra Fedeli, cosa chiederebbe?

Chiederei di ridare veramente – e non certo come è stato fatto con La Buona Scuola –  dignità alla professione docente. Siamo dei professionisti con tante responsabilità e con un compito tra i più delicati: la formazione delle nuove generazioni. Gran parte del nostro lavoro resta nell’ombra senza essere nemmeno retribuito, contrariamente ai nostri colleghi europei. Il valore di uno Stato si misura anche dal rispetto che ha per i suoi insegnanti.

 

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Didattica
Comments are closed.

Check Also

Meteo: dopo la neve arrivano fulmini e raffiche di vento

Per oggi l’allerta meteo riguarda in particolare Liguria, Emilia e Toscana per le pr…