Home Opinioni Alla primaria 8 diversi insegnanti in quattro anni, i genitori: “I bambini perdono pezzi di percorso didattico”

Alla primaria 8 diversi insegnanti in quattro anni, i genitori: “I bambini perdono pezzi di percorso didattico”

5 min read
0
mamma e figlia

Riceviamo e pubblichiamo la lettera dei genitori della classe 5B della scuola di Cormano che ieri si è rifiutata di entrare a scuola a causa di pesanti carenze didattiche.

 Gentile redazione,

scrivo per raccontare del primo giorno di scuola, per tanti ma non per i nostri bambini di 5B della scuola Primo Maggio di Cormano. Ma che succede? Anno scolastico 2016/2017, 4B Scuola Primo Maggio di Cormano, numero di insegnanti di Italiano in un anno 5!

Gli anni dalla prima alla terza, dove le insegnanti avute, escludendo le supplenze brevi, sono state 3, possiamo vantare il record di 8 insegnanti in 4 anni, con tanto di bambini divisi in altre classi quando proprio non c’era nessuno.

Provate a far fare un tema ai nostri bambini o un semplice riassunto, non parliamo di coniugare i verbi e conoscere i tempi, non aspiriamo ad un’analisi grammaticale perfetta, non possiamo pretendere che conoscano la differenza di scrivere A con l’h o senza, no, non possiamo perchè hanno lacune che purtroppo segnano il loro sapere e che non li porterà ad affrontare le scuole medie come dovrebbe essere.

Giugno 2017: decidiamo di incontrare il preside per discutere e chiedere aiuto, riceviamo conforto ma non risposte, chiediamo che ci venga assicurato almeno l’ultimo anno dove i nostri bambini possano in qualche modo colmare le lacune più grandi, avere continuità e magari imparare.

Ci lasciamo con l’idea di sentirci a Settembre prima dell’inizio scuola e che prendendo la situazione a cuore di certo una soluzione si troverà. Ma non è così.

8 Settembre inviamo una lettera al provveditorato, ancora nulla.

Ad oggi è stata nominata un’ennesima supplente dove non abbiamo certezze che rimanga, da qui la decisione di farci sentire, di far vedere che non si può continuare a far pagare i bambini per una preparazione scolastica inadeguata, che la loro conoscenza non deve essere retta dalla pura fortuna di capitare in una classe con insegnanti di ruolo fissi e presenti. Quando manca un insegnante si perde un pezzo di del percorso del bambino che spesso non è nelle capacità del genitore recuperare.

Il processo di crescita deve avere basi concrete ed essere continuativo, dare la possibilità di vivere in un ambiente sereno. Ad oggi non è così per noi, ecco perchè non potevamo festeggiare un primo giorno di scuola come gli altri, era doveroso far sentire la voce di noi genitori che più che arrabbiati possono dire di essere delusi.

Buona scuola a tutti e speriamo che questo sia il nostro anno buono.

Fam. Anaclerio

Fam. Garoni

Fam. Fè

Fam. D’Arbenzio

Fam. Toscano

Fam. Stefanutti

Fam. Delle cave

Fam. Fedele

Fam. Luciano

Fam. Mezzera

Fam. Favatà

Fam. Celeste

Fam. Melaj

Fam. Stellacci

Fam. Ceglia

Fam. Gomez

Fam. Ardillo

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Opinioni
Comments are closed.

Check Also

Ragazzi, mollate il computer e scrivete in corsivo per il bene di anima e cervello. Il rischio è la disgrafia

Un libro che è un appello al ritorno alla scrittura manuale e che è un racconto di come si…