Home Notizie dal web Facce da collegio docenti: divertenti osservazioni antropologiche

Facce da collegio docenti: divertenti osservazioni antropologiche

6 min read
0
Collegio docenti

Facce e personalità da collegio docenti. Il sito web macaronea.com ha pubblicato un divertente, quanto veritiero, articolo con delle osservazioni di carattere antropologico. Alla domanda: chi si troverà davanti il dirigente scolastico nel primo giorno di collegio? Ci saranno sicuramente alcuni dei profili che il sito elenca:

– Il pignolo: efficiente e preciso, espone la propria relazione senza mancare alcun particolare e, spesso, scendendo in tecnicismi. “Spesso nel suo intervento sono compresi dettagli di bilancio che causano nell’uditorio il subitaneo bisogno di una flebo di caffeina”.

– l’ipertecnologico: si affida all’utilizzo di strumentazioni quali PowerPoint per esporre le proprie relazioni, ed è molto affine al pignolo. “Attenti, gli effetti grafici possono causare storidimento negli spettatori (astenersi epilettici)”.

– lo scuotitore di coscienze: “acclude alla propria relazione un accorato appello affinché i colleghi collaborino al progretto da lui seguito”.

– il collaborativo: interessato geniunamente alle questioni sollevate e mira ad approfondirle con domande, “tirando talora in ballo anche i massimi sistemi dei principi educativi”.

– il polemico: “i suoi interventi spesso si rifanno al concetto di “diritto acquisito”, e possono a volte essere considerati una forma di ostruzionismo in piena regola, dal momento che non è infrequente che proprio a causa della loro ampiezza si arrivi ad aggiornare la riunione”.

– il contabile: “attentissimo al budget, da un lato insiste sulla necessità che i fondi stabiliti siano effettivamente bastanti a una decente organizzazione dei progetti”.

– il maniaco del verbale: “richiede che qualsiasi cosa egli dica sia messa a verbale”.

– il verbalista di scorta: per non addormentarsi “prende furiosamente appunti trascrivendo in pratica tutto quello che viene detto, sia dal Dirigente sia dai vari colleghi che intervengono”.Figura preziosa per sostituire il maniaco del verbale.

– la comare: “solitamente tiene il posto a un altro membro della stessa categoria con il quale commenta assiduamente tutto ciò che viene detto durante il Collegio, con toni sovente ispirati a una zitellesca acidità usualmente condita da un’abbondante dose di laudatio temporis acti”.

– l’astenuto: “di solito costui è un docente precario o un supplente, che, sapendo di dover lasciare la scuola di lì a poco, o temendo che ciò possa avvenire da un momento all’altro”.

– il coinvolto: “quello direttamente interessato nelle questioni in oggetto all’ordine del giorno, che sono usualmente poste in modo tale che il suo ruolo non gli sia affatto chiaro, e perciò alza la mano per chiedere disperatamente spiegazioni precise”.

– il tattico: “solitamente arriva in Aula Magna in leggero anticipo, in modo tale da accaparrarsi il posto più defilato e poter così fuggire appena se ne presenta l’occasione”.

– la tricoteuse: “colei (ma anche colui) che si porta tutt’altro da fare, dal lavoro a maglia al best-seller (o, tipicamente, al giornale) da leggere”.

– il correttore: “si porta avanti col lavoro, smistando, mentre la discussione procede, pacchi arretrati di compiti, o preparando le lezioni del giorno dopo”.

– i piccioncini: fidanzatini, amanti o marito e moglie che vogliono stare lontani da occhi indiscreti scegliendo posti defilati.

– il connesso: “dotato di smartphone, tablet o pc, con connessione propria o sfruttando il wi-fi della scuola, scrive messaggi, chatta e consulta siti vari (di lavoro e non)”.

-il ruminante: tipologia che può coesistere con una delle precedenti, prevede che l’attività dell’individuo sia caratterizzata da una frequente assunzione di generi di conforto, portati da casa oppure, se è concesso, procacciati presso le macchinette automatiche;

-lo scolaretto: “tipologia di individui che si presentano spesso in gruppo e rigorosamente in ultima fila, non ascoltano una parola della discussione preferendo chiacchierare di tutt’altro con i vicini”.

Fonte: macaronea.com

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Notizie dal web
Comments are closed.

Check Also

Fedeli e Madia: “Subito contrattazione, rinnovo entro fine anno”

L’Atto di indirizzo per il rinnovo del contratto (di comparto e dell’area dirigenziale) de…