Home Opinioni Pubblica Istruzione, ecco quale Governo ha investito di più negli ultimi anni

Pubblica Istruzione, ecco quale Governo ha investito di più negli ultimi anni

3 min read
0
Matteo Renzi e Silvio Berlusconi

di Daniele Naddei

Governi italiani a confronto sugli investimenti nella scuola. Di recente il Partito Democratico ha fatto il punto sulle cifre investite per quanto riguarda la Pubblica Istruzione. Senza contare i soldi spesi per il finanziamento degli istituti paritari (circa 500 milioni di euro, ndr), quello di Renzi/Gentiloni è stato potere centrale che ha investito più soldi. Il confronto, scontato, è con il Governo Berlusconi che pure tra il 2001 ed il 2006 aveva investito molto nell’istruzione(salvo poi tagliare 7,8 miliardi con il governo IV del 2008 che ebbe come ministro Mariastella Gelmini, ndr). Cifre alla mano, anche se bisognerebbe valutare il cambio di moneta e l’inflazione attuale, sugli investimenti non c’è dubbio che la sola gestione affidata alla ministra Valeria Fedeli non abbia eguali. Ecco i numeri:

Governo Renzi/Gentiloni (2014-16/17), ministra Stefania Giannini/Valeria Fedeli

– 3 miliardi di euro per 160 mila assunzioni nell’arco del triennio 2015-18;

– 1,3 miliardi di euro fino al 2026, stanziati nella legge di bilancio 2017, per la stabilizzazione del personale precario;

– 40 milioni l’anno dal 2016 per l’aggiornamento degli insegnanti;

– “carta del docente” – 500 euro l’anno, a disposizione di ciascun insegnante, per la formazione e l’aggiornamento del personale docente;

– Fondo di 200 milioni di euro l’anno per la valorizzazione del merito degli insegnanti.

Oltre agli investimenti, i deputati del PD ricordano la riforma del sistema di formazione iniziale e reclutamento degli insegnanti della scuola secondaria che dovrebbe porre fine ai lunghi anni di precariato seguiti da costose abilitazioni e concorso.

Governo Berlusconi (2001-2006), ministro Letizia Moratti

– 114.712 milioni di euro per 130.000 assunzioni tra il 2001 ed il 2005.

– 100 milioni di euro per l’anno 2003 e ad oltre 300 milioni di euro per l’anno 2004 lo stanziamento per per interventi di edilizia scolastica.

– 103.291 milioni di euro per la fornitura dei libri di testo agli studenti delle scuole medie e secondarie superiori appartenenti a famiglie meno abbienti.

– 124.848 milioni di euro, per il periodo 2004/2008.

– 375 milioni di euro per l’affidamento esterno di alcune attività come la pulizia a lavoratori socialmente utili.

Fonte: 2001-2006.governiberlusconi.it

 

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Opinioni
Comments are closed.

Check Also

Piattaforma Carta del Docente fuori uso: ecco cosa dovranno fare i docenti entro il 1° settembre

Piattaforma Carta del Docente in pausa. Sogei, la società che gestisce la piattaforma per …