Home Didattica D’Avenia: “O suo figlio non capisce niente o è l’unico che ha capito (ma non lo sa)”

D’Avenia: “O suo figlio non capisce niente o è l’unico che ha capito (ma non lo sa)”

1 min read
0
alessandro d'avenia

La crisi della scuola è la crisi di un modello culturale che oggi non sta più in piedi.

 

 

Guardando questo video ho formulato un po’ di domande.

I disturbi dell’attenzione? Non sarà che il pupo s’annoia?

La conoscenza non dovrebbe tener svegli? Perché il pupo allora si addormenta?

Siamo sicuri che le classi debbano essere formate in base all’età?

Serviranno i test standardizzati come quelli Invalsi?

Funziona ancora un apprendimento basato sostanzialmente su conferenze?

Meglio una conoscenza che accade a partire dalle domande o una imposta a partire da risposte già date?

Come buttare l’acqua senza il bambino?

I ragazzi ci stanno lanciando segnali chiari, ma noi continuiamo a mettere toppe nuove su un vestito vecchio…

TRATTO DA PROFDUEPUNTOZERO

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Didattica
Comments are closed.

Check Also

Ragazzi, mollate il computer e scrivete in corsivo per il bene di anima e cervello. Il rischio è la disgrafia

Un libro che è un appello al ritorno alla scrittura manuale e che è un racconto di come si…