Festa di fine anno, quali sono gli obblighi di sorveglianza dei docenti sul consumo di torte e altri prodotti?

5  min di lettura

Secondo la normativa della Comunità Europea (Regolamento CE n. 852/2004 del 29 aprile 2004 sull’igiene dei prodotti alimentari), non è possibile portare a scuola alimenti confezionati in casa in occasioni di feste e compleanni.

Il problema, infatti, si ripresenta ora in occasione delle tante feste di fine anno scolastico organizzate nelle scuole. Fino a dieci anni fa, infatti, era molto comune vedere bambini arrivare con torte farcite preparate con amore e premura dalle mamme per deliziare il palato di insegnanti e alunni, oggi, però è assolutamente vietato.

Le motivazioni del divieto sono molteplici: i dolci o altri cibi o anche bevande preparate in casa possono contenere ingredienti che causano allergie, intolleranze alimentari o intossicazioni; non presentano etichette che possono indicare la composizione dell’alimento, il suo valore dietetico, le istruzioni per la conservazione e la data di scadenza e non può essere garantita la tracciabilità degli ingredienti.

Cosa devono fare gli insegnanti?

I docenti non possono ammettere che in classe qualcuno consumi il prodotto preparato a casa in quanto non è possibile in alcun modo rintracciare gli ingredienti e l’affidabilità del prodotto. Durante la festa di fine anno, gli insegnanti devono verificare che i dolci o gli altri prodotti portati in classe, siano frutto di stabilimenti regolarmente registrati, provvisti di etichetta e con il preciso elenco degli ingredienti per evitare che bimbi intolleranti o allergici ad alcuni prodotti possano ingerirli.

Se l’alunno vuole necessariamente mangiare la torta preparata dalla propria mamma?

In quel caso l’insegnante non ha alcun obbligo di sorveglianza in quanto la madre saprà certamente quali sono i “problemi alimentari” del proprio bambini. Al docente spetta il compito di vigilare nel caso in cui qualche bambino fosse intento ad assaggiare dal compagno “proprietario” della torta.

foto da : cookaround

I commenti sono chiusi.