Home Breaking News Mobilità 2017, cambia modalità preferenze. La beffa del codice unico per scuola

Mobilità 2017, cambia modalità preferenze. La beffa del codice unico per scuola

2 min read
0
mobilita

Mobilità, si intravede una via d’uscita. Dopo il primo incontro di ieri, 10 gennaio, tra Miur e sindacati, vanno via via delineandosi i tratti del nuovo contratto della mobilità. Una novità su tutte, per quanto riguarda le preferenze, è quella di  dover inserire il codice unico dell’istituto comprensivo o superiore, e non più i singoli codici meccanografici. Dunque non si distingue più tra i diversi organici delle singole scuole afferenti all’istituto.

Sempre in tema di preferenze, i docenti potranno indicare fino ad un massimo di 15 preferenze di cui massimo 5 scuole, in totale libertà di scelta tra scuole, ambito o codice provincia. Non si potrà dunque esprimere singola sede, ma intero codice meccanografico dell’istituto comprensivo o superiore.

Cosa comporterà questa modifica? Se ad esempio un istituto di istruzione superiore, che comprende istito professionale, tecnico e liceo, il docente non potrà più scegliere solo uno dei tre istituti, ma dovrà indicare il codice unico dell’istituto di istruzione superiore. Ottenuto il trasferimento, insieme ad altri docenti, come avverrà la sistemazione nell’istituto così vasto? Ecco che il criterio della preferenza con codice unico inizia a traballare e molti docenti potrebbero anche scoraggiarsi dal presentare domanda di trasferimento. Se poi si pensa alle scuole con istituti dislocati in comuni diversi, la questione sullo spostamento diventa ancora più complicata.

Quello di ieri è stato solo uno dei primi incontri tra governo e sindacati, l’elaborazione del testo infatti è in corso. Dunque si spera che questo tipo di problema venga affrontato prima della stesura completa del testo.

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Breaking News
Comments are closed.

Check Also

Non partecipa ai corsi di formazione, ds sospende un docente

Sospeso e senza stipendio per dieci giorni perché si era rifiutato di frequentare i corsi …