Home Opinioni Sostegno, Tfa, Assunzioni: ecco il piano della Fedeli. Molte delusioni in arrivo e qualche speranza

Sostegno, Tfa, Assunzioni: ecco il piano della Fedeli. Molte delusioni in arrivo e qualche speranza

3 min read
3
valeria-fedeli1

Da qualche settimana l’agenda sindacale è tutta concentrata sui problemi legati alla mobilità e alla chiamata diretta. Neanche l’accordo raggiunto lo scorso 29 dicembre ha spostato l’attenzione su altri temi che appaiono caldi, almeno quanto quelli. Stiamo parlando del famoso pacchetto di assunzioni dall’organico di fatto, di cui sembra essersi persa traccia. Eppure si tratterebbe di circa 25.ooo assunzioni, almeno a sentire le promesse del precedente governo. I fondi ci sono e se anche si trattasse di un numero inferiore, circa diecimila secondo il minisetero dell’Economia, sarebbero comunque una boccata d’ossigeno. Ma tutto tace. Come una  cortina di silenzio è calata sul terzo ciclo del Tfa, pronto, secondo i tecnici del Miur, da almeno sei mesi. Per i bene informati la Fedeli vorrebbe attendere ancora prima di partire. Almeno altri tre mesi. Con il rischio di vederlo cancellato del tutto in caso di nuova crisi di gorverno o intoppi sulle deleghe ancora in discussione. Ma questo non sembra preoccupare il ministro che, ormai è evidente, sta lavorando nel solco del suo predecessore. Con una novità: un rapporto diretto con i sindacati. Che questo sia  poi un bene è tutto da dimostrare.  Ma quali sono allora le priorità del Miur? La Fedeli punta molto sul pacificare gli insegnanti: nuovo contratto, mobilità e bonus sono al primo posto dell’agenda. Di seguito la riforma dell’Inclusione e, soprattutt,o il nuovo sistema di accesso all’insegnamento. Sulla riforma della scuola dell’Infanzia nicchia, anche perché mancano i fondi necessari a renderla omogenea sul territorio nazionale. Sulle assunzione e la cancellazione del precariato tace. Sa che il pallino in questo caso non ce lo ha lei e che promesse è meglio non farne. Insomma, quali siano le differenze con il passato è compito arduo e per il mondo della scuola non è un bene.

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Opinioni
Comments are closed.

Check Also

Blue Whale, sfiorata tragedia a Roma. La madre: “Così mia figlia è caduta nel gioco del suicidio”

Voleva essere la prima vittima di Blue Whale in Italia. Il suo obiettivo era quello di div…