Home Cronaca Visita fiscale, attenzione a non farsi trovare! Può accadere un fatto gravissimo

Visita fiscale, attenzione a non farsi trovare! Può accadere un fatto gravissimo

2 min read
0
inps

Risultare assenti alla visita fiscale può essere molto pericoloso. Soprattutto in caso di assenze ripetute, che possono portare al licenziamento. A stabilirlo è la Corte di Cassazione con la sentenza n. 24681  del 2 dicembre 2016.  Per la suprema corte, infatti,

Il dipendente deve essere reperibile, al domicilio comunicato al datore di lavoro, al momento della visita fiscale a prescindere dal fatto che la malattia gli permetta di uscire o meno. Nel caso in cui debba allontanarsi, ha l’obbligo di comunicarlo al datore di lavoro. Nel caso specifico, inoltre, il lavoratore, come suddetto, non ha fornito alcuna motivazione per l’ultima assenza, mentre per le precedenti le motivazioni sono state ritenute inadeguate.

La sanzione, si legge  nella sentenza, può essere evitata solo dimostrando che l’assenza sia attribuibile ad un ragionevole impedimento. Inoltre, nel caso in cui il dipendente abbia effettuato una visita specialistica, non basta il certificato attestante tale visita a giustificare l’assenza durante le fasce orarie di reperibilità, ma bisogna domostrare che la visita citata no poteva essere effettuate in orario diverso. Ciò costituisce ormai un principio di diritto come ribadito dalla sentenza sempre della Cassazione n. 3226/2008.

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Cronaca
Comments are closed.

Check Also

Liceo linguistico senza prof di lingue. Genitori contro il Miur: “Siamo come un panificio senza farina”

L’anno scorso i professori di inglese e francese arrivarono a novembre inoltrato. Qu…